L’Istituto Angeloni di Frosinone presenta le maschere Bravante e Zampitto

Si è svolta presso l’aula magna dell’Istituto di Scuola Superiore Luigi Angeloni di Frosinone, un’importante manifestazione che ha visto protagonisti l’indirizzo di Abbigliamento e Moda: “Produzioni Tessili Sartoriali” dell’Istituto ed il Comitato Laboratorio Scalo. Alla presenza del prefetto S.E. Emilia Zarrilli, del sindaco avv. Nicola Ottaviani, del vicario dell’USR Lazio – ufficio VII AT di Frosinone dott. Pierino Malandrucco, del presidente del Comitato Civico Laboratorio Scalo dott. Anselmo Pizzutelli e naturalmente del dirigente scolastico prof.ssa Teresa Orlando. Sono stati presentati i costumi di due maschere che fanno parte della storia della Ciociaria e per qualche anno cadute nel dimenticatoio: il Bravante e lo Zampitto. Il Bravante è un brigante spavaldo e spaccone, dal portamento tronfio mentre la Zampitto è un soldato dello stato pontificio che dava la caccia ai briganti antipapali.

Il Comitato Civico Laboratorio Scalo ha proposto, qualche mese fa, la realizzazione dei costumi riguardanti questi due importanti personaggi della storia locale, all’Istituto Angeloni che accogliendo con entusiasmo l’iniziativa ha realizzato un lavoro di documentazione e ricerca consentendo la fedele realizzazione degli stessi.

Il lavoro, portato avanti con partecipazione di tutti gli alunni dell’indirizzo Abbigliamento e Moda guidao dalle professoresse Fabrizi Ezia, Di Fruscia Maria, Marano Silvana, Vitaterna Laura, coadiuvato dalla prof.ssa De Bernardis M. Teresa Vicepreside è diretto dalla Dirigente prof.ssa Orlando Teresa. L’intento del progetto è stato quello di creare una sinergia tra l’Istituzione Scolastica, gli Enti Territoriali e le Associazioni ma soprattutto, quello di infondere ai giovani studenti il senso delle Istituzioni, dell’appartenenza e riconoscimento delle proprie radici attraverso lo studio, la creatività, la condivisione, la convivialità.

Le autorità presenti sono state tutte concordi nel riconoscere l’importanza di tale avvenimento e nell’esprimere i complimenti a tutti coloro che si sono cimentati in questa lodevole attività.

“Far scoprire alle giovani generazioni e far riscoprire a noi adulti la figura di due importanti personaggi della storia della nostra terra, valorizzando al contempo le risorse dell’indirizzo di Abbigliamento e Moda: “Produzione tessile sartoriale ”(pensiero del Presidente Pizzutelli). La presentazione dei Costumi è stata accompagnata oltre che da video, mostra grafica e manufatti d’abbigliamento di costume (Brigante e Zampitto) dalla recita di alcune poesie dialettali da parte dell’attore Valerio Germani. Grazie a questo lavoro da oggi il Carnevale di Frosinone ha di nuovo le sue maschere in carne ed ossa…. Per tutti quelli che sono curiosi di vederle, l’appuntamento è martedì grasso, durante la sfilata della Radeca.

CONDIVIDI