Frosinone. Controllo venatorio, Di Nota incontra la Regione

La Provincia di Frosinone e la Regione Lazio al lavoro per riattivare i servizi legati al controllo delle attività venatorie.
Il consigliere provinciale Antonio Di Nota ha incontrato a Roma il rappresentante dell’assessore regionale all’agricoltura Carlo Hausmann, Franco Girardi.
Sono stati analizzati i principi relativi alle attività afferenti il controllo venatorio, il coordinamento della caccia di selezione al cinghiale, la gestione dei guardiacaccia volontari e il recupero della fauna selvatica ferita.
“E’ iniziato un percorso operativo che porterà ad un accordo con la Regione finalizzato a regolare l’ambito della caccia provinciale – ha dichiarato il consigliere Di Nota – tenuto conto della necessità da parte della Regione di garantire i fondi per erogare il servizio che dovrà essere basato su un piano operativo concreto ed attuabile”.
L’iter è all’inizio, ma sarà reso esecutivo in tempi brevissimi, tenuto conto che interessa più di ottomila cacciatori della provincia di Frosinone e duecento guardiacaccia volontari che concorrono fattivamente e con il coordinamento della polizia provinciale, alla vigilanza venatoria.
“Auspichiamo che in tempi brevi – ha spiegato il Presidente Pompeo – la Provincia venga messa nelle condizioni di potere svolgere, come in passato, questo importante ruolo di coordinamento riguardo un servizio fondamentale come il controllo venatorio”.

CONDIVIDI