Incontro sull’impianto di Castellaccio che torna a funzionare

Oggi pomeriggio i sindaci di Anagni e Paliano, Fausto Bassetta e Domenico Alfieri, il consigliere provinciale Maurizio Bondatti e il consigliere delegato all’ambiente del Comune di Paliano, Ugo Germanò, hanno incontrato i responsabili della società A.R.I.A. per avere delucidazioni in merito all’impianto di località Castellaccio che dovrebbe tornare a funzionare dopo che un incendio, a giugno del 2013, aveva bloccato la produzione.

La Regione Lazio ha rilasciato tutte le licenze per il trattamento del CDR all’Acea per il sito.

Gli amministratori hanno voluto incontrare la società per conoscere l’impatto ambientale del sito, che si trova in territorio di Paliano e confina con il quartiere San Bartolomeo di Anagni, anche a fronte dei timori sorti tra i cittadini.

<I vertici di A.R.I.A. – hanno dichiarato gli amministratori al termine dell’incontro – hanno assicurato che non verrà realizzato alcun impianto termico né saranno trattate frazioni di umido. In ogni caso, ovviamente, vigileremo costantemente>.

E’ stato inoltre spiegato che la società chiederà l’autorizzazione alla Regione Lazio per un impianto Css (combustile solido secondario) che lavora rifiuti urbani non pericolosi.

I sindaci, inoltre, hanno chiesto che gli abitanti di San Bartolomeo possano visitare a breve direttamente il sito, così da conoscere da vicino la produzione. E’ stata anche proposta ad Acea una convenzione affinchè tali visite diventino periodiche.