Ciacciarelli: sulla Valle del Sacco occorre agire in fretta

Il coordinatore provinciale di Forza Italia Pasquale Ciacciarelli, interviene con una nota sulla mancata bonifica della Valle del Sacco: “In questi giorni – scrive – sono moltissime le storie di giovanissimi colpiti da gravissime malattie tumorali. La nostra terra sta pagando a caro prezzo la gestione scellerata dello smaltimento rifiuti, la poca attenzione e il non monitoraggio soprattutto negli anni passati delle forme di inquinamento più variegate.
Abbiamo in provincia di Frosinone dei problemi ormai irrisolti da anni, uno tra tutti è quello della Valle Del Sacco, un problema di cui tutti si riempiono la bocca ma su cui pochi realmente hanno posto delle azioni concrete per risolvere o almeno mitigare gli effetti del problema. Ed è proprio da questa politica del non fare che scaturiscono queste terribili malattie che colpiscono padri, madri, nonni e aimè anche giovani adolescenti.
Oggi siamo costretti a rincorrere il problema, e allora deve arrivare anche un serio momento di proposta da chi riveste ruoli istituzionali e politici nella nostra provincia. Sono anni ormai che si sollecita l’istituzione di un registro dei tumori provinciale che raccolga le informazioni e mappi i territori comunali per cercare di capire le cause di tali fenomeni. Ma delle azioni concrete deve farsene carico anche chi ci rappresenta in parlamento. Non servono gli slogan, non occorrono acronomi che rimangono sulla carta come il SIN per la valle del Sacco, ma occorrono azioni concrete, volte a formulare proposte fattibili per risolvere il problema cercando di non penalizzare i cittadini e gli imprenditori dei territori interessati. Nella mia veste di Presidente del Consorzio di bonifica formulai delle proposte progettuali per evitare l’esondazione dei piccoli corsi d’acqua affluenti il fiume Sacco in modo da mantenere circoscritto nell’alveo del fiume le sostanze inquinanti. Conclude Ciacciarelli, una proposta, giusta o sbagliata che sia ma almeno una proposta operativa per contribuire alla risoluzione o almeno alla mitigazione del problema”.

CONDIVIDI