Cassino. Il sindaco non consegna l’acquedotto comunale ad Acea

Nella foto il sindaco di Cassino Carlo Maria D'Alessandro

Dopo la sentenza del consiglio di stato che impone al comune di Cassino di consegnare le chiavi degli impianti idrici ad Acea Ato 5, il sindaco, Carlo Maria D’Alessandro, continua con la sua linea dura.

Il primo cittadino ha emanato una ordinanza ‘coraggiosa’, bloccando di fatto questo passaggio. Il Comune di Cassino continuerà a gestire l’acquedotto comunale fino a quando il gestore idrico non dimostri di avere la disponibilità di risorse idropotabili adeguate al soddisfacimento delle esigenze igienico sanitarie della Città di Cassino.

La giunta comunale, compatta, si schiera a fianco del sindaco in questa decisione.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI