Piedimonte San Germano. FCA, nuove assunzioni e fine degli ammortizzatori sociali

Si è svolto oggi a Roma il primo incontro tra Fca e i sindacati di categoria durante il quale l’azienda del Lingotto ha illustrato, in relazione al lancio dei modelli Alfa Romeo Giulia e Stelvio, il programma di crescita occupazionale nello stabilimento di Piedimonte San Germano, prospettando la parola fine dell’uso di ammortizzatori dopo oltre 5 anni.

Saranno inseriti 1.800 lavoratori a Cassino, di cui 1.200 entro i primi mesi del 2017, con il conseguente azzeramento degli ammortizzatori sociali in vigore nello stabilimento. Di questi inserimenti – si legge in una nota a firma delle organizzazioni sindacali – la gran parte sarà costituita da nuovi assunti, e circa 500 saranno lavoratori di Pomigliano d’Arco, in maniera temporanea, per fornire personale già esperto durante la salita produttiva delle nuove vetture e di ridurre l’utilizzo del contratto di solidarietà nello stabilimento campano».

Il prossimo incontro previsto per il 21 Dicembre definirà, invece, il trattamento economico e i criteri determinazione dei lavoratori coinvolti insieme a tutte le altre modalità operative.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI