Arpino, oltre 200 partecipanti alla 37esima edizione del Certamen Ciceronianum

La XXXVII edizione del Certamen Ciceronianum Arpinas si  avvicina. Sono molte le novità che caratterizzeranno i giorni caldi della prestigiosa gara internazionale: due Nazioni in più, Francia e Austria; l’aumento considerevole di iscritti, che supera i 200 partecipanti; la maggiore promozione del territorio. Le due Nazioni europee tornano a far parlare di sé dopo qualche anno di assenza. Tra l’altro, il Rotary Club di Frosinone si è impegnato per promuovere il Certamen Ciceronianum Arpinas presso i Licei della provincia, mettendo a disposizione cinque borse di studio, mentre il suo presidente Pietro Raimondi ha creato le basi per una maggiore ed efficace collaborazione anche per le prossime edizioni. Stessa cosa per l’incisiva collaborazione stretta con i docenti-ambasciatori che hanno condiviso l’esperienza e gli obiettivi culturali e sociali del Centro Studi. Tutto ciò ha permesso un aumento considerevole di iscritti e un’attenta diffusione dei valori che sono tanto alla base della gara, quanto del messaggio che da trentasette anni Arpino diffonde in tutta Europa. Da pochi giorni, inoltre, è on-line il nuovo sito web ancora più fruibile, adattandosi ad ogni tipo di dispositivo, sul quale domenica 14 maggio verrà trasmessa in diretta streaming la cerimonia di premiazione del Certamen insieme al sito www.ciociariaturismo.it.
<Il Certamen Ciceronianum Arpinas, nato da una geniale intuizione del compianto professore Ugo Quadrini e impostosi a livello europeo nel 1981 dopo un’edizione regionale – spiega Renato Rea, sindaco di Arpino e presidente del Centro Studi Umanistici “Marco Tullio Cicerone” – non ha mai smesso di parlare alle nuove generazioni europee e la sua storia è costellata di eventi importanti. Migliaia gli studenti che da ben 17 Paesi esteri, oltre che da tutte le regioni Italiane, hanno vissuto l’esperienza del Certamen Ciceronianum Arpinas. Lo sforzo fatto in questi mesi ha dato i suoi frutti e ci impegnano fin da adesso a sostenere ancora di più le nostre eccellenze, sia come Centro Studi sia come Amministrazione comunale. Sostenerle e promuoverle significa arricchire la nostra economia ed aprire nuove finestre sia culturali che economiche. Abbiamo qualche progetto a medio e lungo termine che siamo sicuri arricchiranno le nostre voci europee e questo sarà un viatico maggiore per far conoscere Arpino anche in Paesi che il Certamen ha perso da oltre venti anni>.