Meetalia lancia una piattaforma web per la commercializzazione on-line dell’agroalimentare

La Coldiretti ha presentato oggi a Roma, Meetalia, la prima piattaforma internet sviluppata per consentire alle piccole e medie imprese agricole di Roma e del Lazio di vendere all’estero, in tutto il mondo, le proprie produzioni di qualità. Una vetrina web, un sito per il commercio on –  line delle eccellenze agroalimentari regionali e un mercato virtuale che però vende prodotti reali. Navigando sulla piattaforma è possibile, grazie ai supporti video che accompagnano ciascuno degli alimenti raccontandone la storia, verificare di persona le modalità di lavorazione e di trasformazione e soprattutto conoscere il territorio di provenienza. Con questo nuovo strumento le  aziende possono fare il loro ingresso sul mercato globalizzato. Un contributo allo sviluppo di Meetalia arriverà, intanto, dai 78 siti internet di Assocamere Estere. Il governatore Nicola Zingaretti ha assicurato il sostegno della Regione Lazio alla promozione della piattaforma web, di fatto rispondendo alle sollecitazioni del direttore della Coldiretti del Lazio, Aldo Mattia, che ha auspicato attenzione, anche finanziaria, da parte delle istituzioni territoriali verso il progetto di promozione on – line “che al momento è stato condiviso e verrà sostenuto dalla Camera di Commercio di Roma”. Un’ottima opportunità di farsi conoscere anche per la provincia di Frosinone. Ad essere entusiasta del progetto anche il presidente della Provincia, Antonio Pompeo: <Anche le aziende della nostra provincia attraverso questa piattaforma, potranno usufruire di una platea internazionale raggiunta con un brand, quello della regione di Roma, che non ha eguali. Complimenti, dunque, al presidente David Granieri e al direttore Aldo Mattia. Ritengo di estrema importanza, e me ne rallegro, che il Governatore della nostra Regione, Zingaretti, abbia da subito dato la disponibilità alla promozione della piattaforma garantendo la massima attenzione istituzionale a tale iniziativa>.

 

 

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI