Conca di Sora, anticipata la stagione irrigua

Il commissario dei consorzi di bonifica della provincia di Frosinone ha autorizzato il Conca di Sora all’apertura anticipata della stagione irrigua. I tecnici sono già al lavoro per la riattivazione dell’impianto più importante, lo sbarramento mobile di località Valfrancesca, sul fiume Liri, che serve i comuni di Sora, Isola del Liri, Castelliri. Gli altri, di portata più ridotta e che non necessitano di particolari interventi di manutenzione, sono già in funzione, per cui la rete irrigua nella sua interezza sarà a regime prima di Pasqua o al massimo nei giorni immediatamente seguenti alle festività pasquali. “Entro pochi giorni – commenta il commissario Raffaele Maria De Lipsis – entrerà in funzione il 90% della rete consortile per andare incontro alle pressanti richieste degli imprenditori agricoli costretti a fronteggiare l’emergenza causata dalla prolungata siccità. Con l’anticipazione della stagione irrigua gli agricoltori serviti dal Conca di Sora potranno seminare i terreni e programmare le attività nella certezza della immediata disponibilità di acqua. Stiamo valutando – conclude De Lipsis – se concedere l’anticipazione anche alle aziende insediate nel perimetro degli altri due consorzi ciociari, ma abbiamo bisogno che i tecnici concludano le verifiche già in corso”. Il consorzio Conca di Sora copre un territorio di oltre 2.800 ettari e conta 3.500 ditte che usufruiscono del servizio di irrigazione. Le precipitazioni invernali in provincia di Frosinone sono risultate sotto la media, con un picco negativo a dicembre 2016, mese in cui è piovuto il 67% di acqua in meno rispetto allo scorso anno. La situazione è preoccupante perché la pioggia e le nevicate sono fondamentali per la ricostituzione delle riserve idriche necessarie per i consumi umani e, in agricoltura, per la ripresa vegetativa delle piante in primavera.

CONDIVIDI