Circeo. Erosione costiera, Pernarella (M5S ), programmati interventi inutili

 “Oggi la Regione Lazio inizia a capire la necessità di interventi diversificati per la provincia di Latina e in particolar modo nella zona del Parco Nazionale del Circeo, ma purtroppo le buone intenzioni non trovano riscontro nella pianificazione 2018-2020 che prevede interventi ormai considerati desueti se non addirittura dannosi”. Così in una nota la consigliera regionale M5s del Lazio, Gaia Pernarella all’indomani della XII Commissione Tutela del Territorio in cui sono stati auditi i comuni della costa laziale sul tema dell’erosione costiera alla presenza dell’assessore ai Lavori Pubblici, Mauro Alessandri. “Il fenomeno dell’erosione costiera interessa ampliamente la Regione Lazio e in particolar modo la provincia di Latina è stata interessata da molti interventi in difesa della costa. –  Prosegue Pernarella – Sono stati però interventi di ingegneria rigida e l’esperienza ha dato modo di dimostrare che questo approccio non è risolutivo. Ciò sembrava essere stato superato dal protocollo d’intesa tra i comuni di Sabaudia e San Felice Circeo e il Parco Nazionale del Circeo, in cui sono stati previsti lavori all’avanguardia con l’inserimento di quelle che per anni sono state le nostre proposte, tra le quali il riutilizzo virtuoso delle sabbie che oggi vanno ad intasare porti e fiumi, l’utilizzo di draghe e dell’ingegneria naturalistica.” Conclude la consigliera 5 stelle, Gaia Pernarella: “Tuttavia l’assessore dovrà spiegarci come conciliare gli stanziamenti già effettuati per l’attuale programmazione di interventi considerati ormai clamorosamente inutili con un nuovo protocollo d’intesa pieno di ottime intenzioni, ma che non vedrà luce per i prossimi due anni”.
Cinzia Cerroni