Campionato Internazionale Matematica: l’elenco dei finalisti

Sono state rese note le graduatorie delle varie categorie della semifinale del Campionato Internazionale di Matematica svoltasi all’Istituto Tecnico Statale Arturo Bianchini di Terracina. Un migliaio i ragazzi provenienti da tutte le scuole medie e superiori della Provincia di Latina si sono cimentati in un questa gara a colpi di “logica, fantasia e intuizione” per aggiudicarsi il passaggio alla fase finale nazionale di Milano organizzata dal centro PRISTEM dell’Università Bocconi. I Campionati Internazionali di Matematica, giunti alla 32^ edizione, la 25^ in Italia, si svolgono in tre fasi: le semifinali di zona, la finale nazionale che si terrà appunto a Milano e la finale internazionale di Parigi. In ognuna di queste competizioni i concorrenti si trovano di fronte ad un certo numero di quesiti che dovono risolvere in 90 o in 120 minuti in base alle categorie di appartenenza. Nella C1 qualificati in tre alle finali di Milano: Gianluca Cioeta della Volpi di Cisterna e Giorgia Frezza del Plinio, sempre di Cisterna. Terzo, Fabrizio D’Auria della Milani di Terracina. Nella C2, qualificati in 11: Duilio Corbo e Valeria Marin della Don Milani di Latina, Paolo Tomao e Gaia D’Angiò del Mattej di Formia, Luca Milanese, Alessandro Biasilio e Ludovica Biasucci del Liceo Da Vinci di Terracina, Marco Puglianello dell’Amante di Fondi, Giacomo Assenso del Fermi di Formia, Giulia Panella del Gobetti di Fondi e Angela Milana del Guido Rossi di SS Cosma e Damiano. Nella categoria L1 si qualificano in nobe: Riccardo Valeriani dell’Alighieri del capoluogo pontino, Silvia Dal Monte del Liceo Da Vinci di Terracina, Antonio Lopatriello, Nicolò Magliozzi, Pietro Fuoco e Nicolò Gentile, del Fermi di Gaeta, Andrea Puddu e Georgian Avadanei del Pacinotti di Fondi e Lorenzo Marzocchi del Libero de Libero di Fondi. Infine, per la L2, vanno a Milano Gabriele Moretti del Fermi di Gaeta, Franco Capotosto e Daniele Manzillo del Pacinotti di Fondi, Gaia Canciani del Giulio Cesare di Sabaudia e Fausto Peppe de La Sapienza.