Cassino. Oggi al via i lavori di messa in sicurezza della SP 76 dei Santi

Lavori Provincia

Dopo i lavori di messa in sicurezza sulla SP 76 dei Santi nel territorio di Cassino, in particolare nella zona Folcara dove si trovano la sede dell’Università e di molti istituti scolastici, è partito oggi il secondo lotto degli interventi che interessano una delle arterie fondamentali per la circolazione in entrata e uscita dalla città martire e di collegamento con la zona della valle dei Santi.

Un cantiere all’altezza del km 7, in corrispondenza con il territorio tra Cassino e Sant’Apollinare. Ruspe e uomini al lavoro per due tipi di interventi: oltre alla sistemazione del piano viabile, si procederà poi per la segnaletica orizzontale, si interverrà infine per la messa in sicurezza del ponte sul fiume Liri, anche attraverso la sostituzione delle vecchie barriere.

Della necessità di questi lavori sulla SP 76, sia nella località Folcara a Cassino che nel tratto che collega con la Valle dei  Santi, si era fatto portavoce il consigliere provinciale Massimiliano Mignanelli, in collaborazione con il Presidente Antonio Pompeo e il consigliere delegato alla viabilità Massimiliano Quadrini, dialogando in maniera costante con gli amministratori della zona.

“Sono particolarmente soddisfatto per l’avvio di questi lavori – ha spiegato il consigliere provinciale Massimiliano Mignanelli – significa che la programmazione della Provincia funziona. Infatti si tratta di risorse stanziate nel bilancio dello scorso anno e che oggi trovano applicazione. Nonostante le difficoltà delle Province, continuiamo a svolgere con responsabilità e con efficacia il nostro compito di garantire servizi ai cittadini. Un ringraziamento infine al PresidentePompeo, al consigliere Quadrini e agli amministratori della Valle dei Santi per l’ottimo gioco di squadra”.

“La SP 76 dei Santi – hanno aggiunto il Presidente Pompeo e il consigliere delegato Massimiliano Quadrini – è una delle strade più importanti del cassinate, perché mette in collegamento la Valle dei Santi con la zona della Folcara, dunque dell’accesso al Polo universitario e ai diversi istituti scolastici presenti. A fronte di risorse insufficienti, il nostro modello di azione prevede di individuare le problematiche più urgenti e intervenire per eliminarle”.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI