Cassino, premiate le cinque idee progetto degli studenti dell’Itis. Presto diventeranno start up

“I complimenti vanno a tutti voi studenti che avete dimostrato di avere competenze, idee e soprattutto capacità di concretizzare. Per la prima volta un comune e aziende che collaborano con il comune hanno dato opportunità agli studenti di fare delle vere start up e i ragazzi sono stati bravissimi a cogliere questa occasione.” Queste le parole con cui il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, in occasione della premiazione delle migliori idee progettuali realizzate dagli studenti dell’Itis Majorana di Cassino e giudicate da una commissione esaminatrice composta da alcuni docenti dell’istituto, da imprenditori di note aziende nazionali e da professori della Università di Cassino. “Si parla spesso di start up – ha continuato Petrarcone – senza dar seguito alle parole. Noi, insieme alle aziende del territorio e all’ITIS abbiamo fornito risposte concrete attraverso un progetto che di fatto avvia i ragazzi al mondo delle start up. Voglio quindi fare i complimenti a tutti ed in particolare ai 5 studenti selezionati per aver presentato le migliori idee progettuali. Sanitron: la sedia per disabili, il digestore ecologico, l’innaffiatore intelligente, my pellet: la pellettatrice domestica e il cassonetto intelligente sono le 5 idee da start up selezionate e che si sono aggiudicate 1000 euro di borsa di studio. Fondi che serviranno a trasformare questi gruppi di giovani studenti in piccoli imprenditori con le start up che verranno ospitate nel Forum della Ricerca di Cassino. Il coronamento di un progetto avviato nel mese di gennaio quando è partita edizione della settimana della tecnologia che ha visto come indiscussi protagonisti gli studenti che si sono confrontati, grazie a laboratori e workshop, con il mondo del lavoro acquisendo elementi importanti che contribuiscono ad arricchire il loro percorso formativo. Devo dire di essere rimasto positivamente sorpreso dall’impegno che tutti gli studenti hanno messo per la buona riuscita di questo evento. In modo particolare dall’accurata preparazione anche nella scelta delle proposte a cui gli studenti sono arrivati a seguito di un vero e proprio studio di marketing che ha tenuto in considerazione costi e richiesta dei progetti presentati. Un segnale importante anche per il futuro del nostro territorio che potrà avvalersi del contributo di una nuova generazione al passo con i tempi. D’altronde obiettivo principale della settimana era quello di promuovere la conoscenza dei temi e delle tecniche produttive anche sviluppando progetti di interazione tra formazione, mondo del lavoro e gestione sistemica del territorio. Un percorso che ha visto gli studenti coadiuvati da aziende, tra cui anche la All Food e la De Vizia, e organismi istituzionali con approfondimenti inerenti a tematiche particolarmente interessanti nell’ambito delle tecnologie Chimiche, Elettroniche, Elettriche e dell’Automazione, Informatiche e Meccaniche. Molte le aziende coinvolte e preziosa la loro collaborazione che si rinnoverà il prossimo anno. L’appuntamento di oggi quindi è l’inizio della seconda edizione della settimana della tecnologia che si terrà il prossimo anno con nuove idee, incontri, dibattiti, work shop e tanto entusiasmo. Come comune non possiamo che essere orgogliosi di ciò nella convinzione che la rete sia il modo migliore per valorizzare le idee ed il lavoro degli studenti, magari proprio all’interno del Forum della Ricerca con il supporto dell’esperienza maturata da Araknia. Infine voglio congratularmi con la dirigente scolastica Filomena Rossi e con tutto il corpo docenti per aver lavorato alla realizzazione di un’idea ambiziosa, rendendola un punto di partenza per iniziative future che il Comune di Cassino sicuramente sosterrà.”

CONDIVIDI