Cassino. Colletta Alimentare: 14 tonnellate di cibo donate

 

“Terminata la 22a Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, voglio esprimere la mia gratitudine verso quanti hanno partecipato a questo importante gesto di carità e tracciare un sintetico bilancio degli alimenti raccolti che saranno destinati alle persone che hanno bisogno. I volontari in pettorina gialla sabato erano presenti in 9 comuni del cassinate, in 36 supermercati. Grazie alle donazioni di tantissime persone, abbiamo raccolto ben 14,651 tonnellate di alimenti, con un incremento di circa il 7% rispetto all’anno precedente. Su scala nazionale, la Colletta ha prodotto un risultato di cibo donato equivalente a 16,7 milioni di pasti, con una crescita dell’1,8% rispetto al 2017. Desidero ringraziare tutti i donatori che hanno accolto la proposta della Colletta: la loro generosità è segno di un popolo con un grande cuore, capace sempre di commuoversi di fronte ai bisogni dell’uomo. Un ringraziamento speciale va a tutti i volontari, quelli nei supermercati e quelli nel magazzino, che hanno deciso di donare il loro tempo a questa iniziativa. La loro unità testimonia che si può essere uniti anche nella diversità, oltre il credo religioso e il pensiero politico, guardando ad un ideale umano condiviso come quello contenuto nella proposta della Colletta Alimentare. Ringrazio l’Esercito, i militari dell’80º Reggimento addestramento volontari Roma e alle aziende Fides immobiliare e Linea Ufficio che ci hanno aiutato nel trasporto degli alimenti raccolti. Desidero ringraziare, infine, tutto il gruppo di lavoro che mi ha supportato in questa iniziativa: senza la loro compagnia, tutto questo semplicemente non sarebbe accaduto. La Colletta Alimentare non si esaurisce con la giornata di sabato. Chi vuole sostenere il Banco Alimentare può farlo ancora chiamando o inviando un sms al 45582 (costo €2 per sms da cellulare, €5/10 con chiamata da rete fissa). Il ricavato servirà a coprire le spese della distribuzione degli alimenti raccolti”, così in una nota Gianfranco Miele, responsabile Banco Alimentare di Cassino.

 

 

Cinzia Cerroni