Fiuggi – Martini boccia il nuovo Cda di Atf

L'ingresso delle Terme di Bonifacio a Fiuggi

L’ex sindaco Martini boccia il nuovo Cda della controllata comunale Atf.

“Mai fu più breve la carriera di un Amministratore Unico in ATF – si legge in una nota – sostituito da un Consiglio d’Amministrazione dopo pochi giorni. Senza entrare nella valutazione dei singoli membri nominati, che ci riserviamo di compiere dopo l’incontro da noi richiesto nella Commissione Bilancio, ribadiamo la nostra ferma contrarietà alla nomina del nuovo  CdA della partecipata. Infatti, se è reale la volontà di privatizzare in tempi stretti l’azienda, ci appare contraddittoria questa decisione, che appesantisce l’organizzazione interna. Ancora più contraddittoria, poi, la nomina di un Direttore Generale a tempo indeterminato, con retribuzione “pesante”, il quale rappresenterà un condizionamento non indifferente per un eventuale socio privato futuro. Infatti, come sempre accade, chi investe porta con se i propri dirigenti di fiducia, non conserva quelli che trova, selezionati dal precedente proprietario.
Resta di fondo una grande ambiguità nei ripensamenti a sorpresa della maggioranza, che se non fosse parzialmente giustificabile con una ritardata e graduale presa di coscienza delle criticità reali, dopo 14 mesi di sbandamento commissariale, farebbe pensare o ad una totale e dilettantesca improvvisazione o ad una regia occulta ed imperscrutabile, che conoscono in pochi anche nella Fiuggi Insieme. Certo è che in politica dove non c’è chiarezza, spesso si sviluppa il fallimento”.

CONDIVIDI