Fiuggi – Una Ati per salvare Atf. Martini all’attacco: “Troppo poco”.

“Molto deludente la commissione bilancio di ieri, riunita per discutere di ATF, in particolare della ormai indispensabile privatizzazione. Bisognava avviare un lavoro di approfondimento per giungere ad una soluzione strutturata e consapevole, ma non sono state invitate le categorie degli imprenditori turistici, ne’ hanno partecipato i vertici dell’azienda, come era stato promesso. Il Sindaco ha comunicato che è pervenuta una proposta ufficiale di alcuni imprenditori riuniti in associazione temporanea, ma che non si può conoscere per adesso, aggiungendo che esistono contatti anche con altri interessati. Poi l’Assessore al Bilancio ha simpaticamente intrattenuto i presenti a discutere sulla revisione dei canoni per le antenne Vodafone e Wind, relativi a contratti che scadranno nel 2026!!!
Insomma, una manovra dilatoria piuttosto goffa, che nulla ha chiarito sulle “misteriose” strategie della maggioranza per il rilancio di ATF e di Fiuggi, ma ha restituito la netta sensazione di un gruppo dirigente che insegue gli eventi e rischia di subire le proposte del mercato, invece di anticiparle e orientarle, dato che non è ancora riuscito a presentare in maniera adeguata l’opportunità Fiuggi, poiché manca evidentemente una visione propria dell’Amministrazione. Fiuggi Civica resta dell’avviso che, indipendentemente dalle procedure del tribunale, si dovesse avviare da luglio un confronto preliminare aperto e serio con il mercato e con le istituzioni superiori (MISE), per poi approvare in Consiglio e rendere pubblici i criteri generali di una buona privatizzazione. Prendiamo atto che questa attività preparatoria è stata evitata dalla Fiuggi Insieme, sostituita da un’improduttiva e passiva attesa, molto simile a quella del bambino che nella notte santa attende Babbo Natale”.

È la nota polemica dell’ex sindaco Martini a seguito dei lavori in commissione.