Frosinone. Efficientamento energetico per la scuola “Giovanni XXIII”

L’amministrazione Ottaviani, nell’ottica di incrementare la sostenibilità energetica ed ambientale degli edifici pubblici e di diminuire le spese dei costi di gestione, ha presentato tre progetti per aderire al bando europeo “Energia sostenibile 2.0″ (il plesso che include scuola infanzia e primaria “Giovanni XXIII”, la secondaria di I grado ex Ricciotti e gli edifici comunali di piazza VI dicembre), tutti approvati. Gli uffici tecnici comunali hanno, dunque, espletato la procedura di gara per l’aggiudicazione dei lavori di efficientamento della “Giovanni XXIII”, che saranno curati dalla ditta Gadaleta Ignazio s.r.l., avendo presentato la migliore offerta tra quelle inferiori alla soglia di anomalia e precisamente un ribasso pari al 29.726% cui corrisponde un importo di € 146.665,68 per lavori oltre oneri per la sicurezza di € 24.083,53 per un totale di € 170.749,21 oltre IVA al 10%.

Le operazioni previste saranno improntate alla riduzione del costo annuo delle relative bollette e all’aumento del comfort per gli utenti, tenendo conto dell’obbligo di interferire, il meno possibile, nelle attività dell’istituto. Per quanto riguarda la “Giovanni XXIII”, si provvederà alla realizzazione, acquisto ed installazione di impianti fotovoltaici con sistema di monitoraggio remoto; alla sostituzione del manto impermeabile esistente con guaina ignifuga; all’acquisto ed installazione di caldaie ad alta efficienza, comprese le opere impiantistiche ed edili per l’allacciamento alle utenze, con opere di adeguamento degli apparati e della rete di distribuzione del vettore termico/frigorifero nell’edificio. Previsti l’acquisto ed installazione di apparecchiature di illuminazione interne/esterna ad alta efficienza, con rimozione e smaltimento degli apparecchi illuminanti esistenti; acquisto ed installazione di dispositivi a rete per il controllo e coordinamento autonomo del funzionamento delle utenze energetiche (elettriche e termiche) compresa la sensoristica locale e l’unità di controllo centrale. L’involucro edilizio sarà efficientato mediante lavori di posa in opera di sistemi a cappotto esterno per l’isolamento delle pareti verticali con correzione dei ponti termici. Si calcola che, grazie a questi interventi, la “Giovanni XXIII” sarà in grado di passare dall’attuale classe energetica F alla D, riducendo gli attuali costi energetici del 51% con un risparmio economico pari a 7.824 euro all’anno. L’amministrazione Ottaviani, inoltre, sta continuando con il programma già in atto da alcuni mesi, di riqualificazione edilizia del patrimonio scolastico, su cui sono stati investiti, nel corso degli ultimi anni, oltre due milioni di euro tra manutenzioni ordinarie ed interventi di natura straordinaria, sia sotto il profilo della staticità che della sicurezza dei singoli plessi.