Frosinone. La stagione teatrale si chiude con “Con qualche volta scappano”.

Ultimo appuntamento con la stagione teatrale invernale al Teatro comunale Nestor di Frosinone, organizzata dall’amministrazione Ottaviani in collaborazione con l’Atcl. Venerdì 7 aprile alle 21 spetterà a Pino Quartullo, Rosita Celentano e Attilio Fontana chiudere il ciclo di spettacoli che, dallo scorso ottobre, ha registrato numeri da record e un gradimento senza precedenti da parte del pubblico. Venerdì il teatro comunale Nestor ospiterà “Qualche volta scappano”, tratto dalla commedia “TouTou” di Daniel Besse e Agnès Besse; adattamento e regia di Pino Quartullo. L’abbandono degli animali, da parte degli umani, è un gesto vergognoso. Ma cosa dire di un cane che abbandona i propri padroni?  A seguito di questa piccola catastrofe domestica, due coniugi mettono in discussione tutto il sistema di valori su cui hanno fondato le proprie vite e la propria convivenza, scoprendo di aver trascurato, e in parte dimenticato, le ragioni, le affinità profonde, gli ideali, la visione del mondo e forse anche le differenze che li avevano attratti l’una verso l’altro. “Con la pungente e divertente commedia di venerdì – ha dichiarato l’assessore alla cultura, Gianpiero Fabrizi – il Comune di Frosinone si appresta a chiudere una stagione da record. La linea culturale perseguita negli ultimi anni dall’amministrazione Ottaviani sta dando i frutti sperati: i numeri relativi agli abbonamenti sottoscritti e rinnovati già dal mese di ottobre, indicano, chiaramente, come il gradimento del pubblico frusinate nei confronti dello spettacolo dal vivo sia ormai un fatto consolidato. Sempre più attori di levatura nazionale chiedono di far parte della stagione teatrale frusinate: è un segno, questo, che il nostro capoluogo si sta riappropriando del ruolo che gli compete. Venerdì – ha concluso – calerà il sipario sul cartellone invernale 2016-2017, con attori di grande carisma e bravura come Pino Quartullo, Rosita Celentano e Attilio Fontana, protagonisti di un appuntamento imperdibile”

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI