Frosinone. Piano la Selva, iniziati i lavori

Dopo l’approvazione, da parte della giunta Ottaviani, dell’atto deliberativo, sono immediatamente iniziati i lavori di realizzazione dei nuovi marciapiedi, connessi alla

proposta piano-volumetrica presentata dal privato nell’ambito del piano del recupero “La selva” (sito di circa 11.835 mq, lungo Via Tommaso Landolfi, già Via Selva Polledrara), grazie allo schema di convenzione del programma edilizio. La giunta ha disposto che la Società proponente provveda, in via prioritaria, alla progettazione esecutiva ed alla successiva realizzazione, con oneri a proprio carico, delle opere di interesse pubblico preventivate (tratto di marciapiede per una lunghezza complessiva di circa ml 350, larghezza indicativa ml 1,20). Il privato provvederà inoltre alla verifica idraulica della rete di raccolta delle acque meteoriche provenienti dal nuovo insediamento, allo scopo di non interferire sul funzionamento della rete esistente. Sempre la società proponente, si occuperà di rendere fruibile a tutto il nuovo insediamento l’area di cui è prevista la cessione all’Amministrazione, con destinazione a verde pubblico dell’estensione di circa mq 2’050, tramite recinzione della stessa, manutenzione e cura con eventuale introduzione di ulteriori alberature autoctone, con oneri a carico dello stesso Operatore, sino al momento in cui, previa redazione di apposito verbale, a suo insindacabile giudizio, il Comune di Frosinone non ne effettuerà la presa in possesso.

L’intervento di riqualificazione urbanistica prevede demolizione e ricostruzione delle volumetrie esistenti da destinare ad uso abitativo, senza aumento di volumetrie, utilizzando una tipologia a schiera; l’amministrazione, valutando positivamente l’iniziativa presentata dall’operatore, l’ha inquadrata all’interno di un ampio piano di recupero, in variante al PRG della più ampia area in località “La Selva”, inclusa tra le vie Tommaso Landolfi, Fedele Calvosa, Armando Fabi e variante alla strada del nuovo Ospedale di Frosinone.

Nella proposta di intervento sono stati individuati standard integrativi, relativi a viabilità e parcheggi pubblici e aree a verde pubblico, in quantità maggiori di quelle richieste dal Decreto Ministeriale: per Viabilità e parcheggi pubblici previsti mq 308,65 (anziché 100 mq), per Verde pubblico previsti mq 435,85,00 (anziché 360,00 mq), con cessione gratuita lotto 851 da attrezzare a verde pubblico pari a mq 2050,00.

Il rilascio del permesso di costruire è avvenuto subordinatamente alla stipula della convenzione tra pubblico e privato e all’impegno ad eseguire direttamente le opere di urbanizzazione relative al nuovo marciapiede di collegamento del lotto edificatorio con la rotatoria di Via Fabi.

CONDIVIDI