La regione investe sulla qualità dell’aria

Rivedere il piano della qualità dell’aria, e soprattutto investire concretamente per l’ambiente e la salute dei cittadini: è quello che la Regione Lazio sta facendo con il piano di investimenti di circa 15 milioni di euro destinati al risanamento della qualità dell’aria in attuazione del Programma di finanziamento approvato dal Governo, presentato nel  pomeriggio di ieri . Solo  pochi giorni fa i dati diffusi dall’ Agenzia europea per l’Ambiente hanno rilevato una situazione difficile nel nostro Paese, e nel Lazio abbiamo realtà come Roma dove nel 2015 sono morte 800 persone a causa di malattie legate allo smog, e la Valle del Sacco che da anni registra pessime condizioni e superamenti dei limiti delle polveri sottili. Il piano varato è quindi una buona notizia”. 3 milioni e settecento mila euro destinati all’agglomerato di Roma; 1 milione e trecento mila euro ad Arpa Lazio, enti di ricerca, università e organismi scientifici per studi innovativi ai fini dell’aggiornamento del piano di risanamento della qualità dell’aria e delle centraline di monitoraggio; 1 milione di euro destinato agli interventi nei comuni delle zone appenniniche e litoranea; 3 milioni e cinquecentomila euro per interventi nei comuni della zona della #ValledelSacco; cinquecento mila euro al Comune di Frosinone per la procedura di infrazione relativa alla zona della Valle del Sacco; 5 milioni da destinare attraverso un bando per la rottamazione e la sostituzione di vecchi generatori di calore con quelli a basse emissioni e per l’installazione di elettrofiltri per gli impianti a biomasse

 

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI