Magliocchetti: “Pet Therapy negli ospedali di Frosinone e Alatri, vinta una battaglia di civiltà”

“La notizia che la Asl di Frosinone sta finalmente ultimando l’iter per la realizzazione del progetto di Pet Therapy nei reparti Pediatria degli ospedali del Capoluogo e Alatri, va accolta con grande soddisfazione ed entusiasmo. E’ una battaglia di civiltà che sto conducendo da tempo tanto che in più occasioni ho sollecitato la Dirigenza dell’Azienda sanitaria con lettere ufficiali ad attivare, anche in via sperimentale, il progetto della Pet Therapy a Frosinone”.

Lo scrive in una nota Danilo Magliocchetti, consigliere comunale e provinciale del Capoluogo, che sottolinea come questa particolare terapia “sia presso la Asl di Rieti, sia presso il Policlinico Gemelli di Roma, è stata già realizzata con successo dal punto di vista terapeutico, ricevendo particolare gradimento da parte dei bambini”.

Magliocchetti prosegue ricordando che “è stato proprio il presidente Zingaretti con il Decreto U00486 del 7/12/2018 con oggetto  le Linee di indirizzo per l’accesso di animali d’affezione in visita a pazienti ricoverati presso strutture sanitarie e ospedaliere pubbliche e private accreditate della regione Lazio, a creare le necessarie premesse per un simile percorso terapeutico. Pertanto un sentito e particolare ringraziamento va rivolto in primis al dottor Mauro Vicano, direttore sanitario del Polo ospedaliero di Frosinone il quale, dopo le mie sollecitazioni all’Azienda, dimostrando grande sensibilità al problema, ha attivato subito le riunioni e i tavoli di lavoro necessari per la partenza del progetto. In secondo luogo, un grazie alla professoressa Ileana De Bernardis, molto attiva sul territorio nella valorizzazione degli interventi con gli animali (Iaa) che, oltre a mettere a disposizione due cani già formati e operativi di nome Cesare e Stitch per la partenza della fase progettuale, ha anche fornito un importante contribuito di esperienze e competenze”.

Intanto, mercoledì prossimo si terrà l’ultima riunione operativa promossa dal direttore sanitario Vicano con il primario di Pediatria e il medico veterinario delegato al progetto Pet. E’ stato già individuato il percorso Pet all’interno dell’ospedale “Spaziani” e le stanze dove i cani potranno stazionare ed essere raggiunti dai bambini ricoverati. E’ in fase di perfezionamento anche la procedura per condurre i cani direttamente presso i letti dei bambini che non possono muoversi. Mercoledi verrà stilato il regolamento interno e stabilita la data ufficiale della partenza del progetto Pet Therapy a Frosinone che, in ogni caso, non dovrà superare il mese di aprile.

Dopo questa prima fase con i due cani messi a disposizione dalla professoressa De Bernardis verrà incrementata anche la fase successiva, con i cani di proprietà dei bambini ricoverati i quali, specialmente in occasione di prelievi o procedure mediche invasive, potranno avere vicino i propri “pelosetti” che avranno certamente un effetto calmante con i piccoli pazienti.

Magliocchetti conclude sottolineando che “il progetto sarà a costo zero per la Asl frusinate, vista la preziosa collaborazione della Farmacia di Madonna della Neve. Quindi, con la partenza ufficiale della Pet Therapy, l’Azienda Sanitaria si prepara ad avviare un efficace percorso di umanizzazione delle cure, che punta la sua attenzione non solo sui bisogni sanitari, ma anche su quelli psicologici e relazionali del bambino e della sua famiglia, attraverso momenti di gioco e socializzazione con gli amici a quattro zampe”.