Paliano. Visita di Papa Francesco, ecco le misure di sicurezza

Papa Francesco

Nel pomeriggio si è tenuta una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per un esame congiunto delle problematiche connesse alla visita del Santo Padre, presso la Casa di reclusione di Paliano, prevista per giovedi 13 aprile prossimo.

All’incontro, presieduto dal Prefetto, oltre i vertici delle Forze di polizia territoriali hanno partecipato i responsabili dell’Ispettorato della Polizia di Stato e della Gendarmeria del Vaticano, il Sindaco ed il direttore del carcere di Paliano nonchè i rappresentanti della polizia penitenziaria, dei vigili del fuoco, della polizia provinciale e della protezione civile regionale.

In particolare sono stati attentamente analizzati tutti i dettagli della visita relativamente alla tutela e sicurezza dell’importante personaggio.

Durante l’incontro è emerso che sono attese migliaia di persone , al fine di salutare l’arrivo di papa Francesco , provenienti dai comuni limitrofi pur essendo stato in più occasioni evidenziato, giova ribadire, la natura assolutamente privata della visita stessa.

Tale circostanza comporterà da parte dell’amministrazione comunale l’adozione di una serie di misure   soprattutto relative ad una limitazione del traffico lungo l’intero tragitto del corteo papale , con una conseguente predisposizione dei provvedimenti dei divieti di sosta lungo l’area interessata .

Si è convenuto, altresì, di riservare appositi spazi ai mass media in una posizione che possa consentire loro una ripresa dell’arrivo del Pontefice, così come verranno individuate altre aree transennate all’interno delle quali potranno collocarsi i cittadini che arriveranno per vedere e salutare il Papa.

Il Prefetto nel rimarcare l’importanza che assume tale visita dal punto di vista morale e religioso per l’alto messaggio in essa contenuto ricco di misericordia e carità ,auspica che grazie ad un rapporto di sinergia e collaborazione tra tutte le forze di polizia l’ente locale ed il supporto che verrà fornito dagli altri enti ed istituzioni interessati, si svolga in un clima di serenità e gioiosa festa in coincidenza con le importanti celebrazioni del rito pasquale.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI