Patrica. Aziende con autorizzazioni scadute, Fiordalisio chiama in causa la Provincia

Il Sindaco di Patrica, Lucio Fiordalisio

Nei mesi scorsi il Comune di Patrica ha avviato sul territorio un questionario da compilare per il controllo e monitoraggio delle molestie olfattive. La cittadinanza ha risposto con forte partecipazione, fornendo preziose informazioni sulla percezione de disturbo e la determinazione delle sorgenti.

Il questionario è stato inviato agli organi giudiziari. In base agli esiti delle segnalazioni pervenute il comune, tramite il sindaco, Lucio Fiordalisio, ha chiesto  chiarimenti su alcune aziende all’Ente Provincia. In particolare risulterebbero autorizzazioni scadute da anni. Di cnseguenza dice il primo cittadino è lecito supporre che l’impiantistica utilizzata e le prescrizioni allegate non possano più garantire quella idoneità ed efficienza necessarie per il rispetto delle norme.

Su questa vicenda qualche tempo fa c’è stato un balzello di responsabilità tra Zingaretti e Pompeo, diatriba sulla quale non entro in merito, quello che mi interessa è comprendere come si possa sperare di risolvere le problematiche ambientali della Valle del Sacco se si permette ad aziende che trattano i rifiuti di operare senza un regime autorizzativo regolare.

Siamo al secondo sollecito e fin ad ora non abbiamo ottenuto le risposte dovute.

Auspico un interessamento puntuale della Politica, per troppo tempo i Comuni sono stati individuati come capro espiatorio di ogni problematica e invece, soprattutto dal punto di vista ambientale, ognuno deve fare ciò che gli compete.

È arrivato il momento di sostituire le belle parole e gli slogan ad azioni concrete. >>

 

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI