Roma. Axa, arriva la raccolta differenziata

Addio ai cassonetti stradali nel quartiere Axa, nel X Municipio con l’arrivo del nuovo modello di raccolta differenziata. Sono iniziate infatti le operazioni per rimuovere i vecchi cassonetti e pulire le strade. Adesso i materiali post consumo riciclabili e non riciclabili saranno raccolti casa per casa con il nuovo sistema domiciliare. È terminata, infatti, la distribuzione dei nuovi contenitori dotati di etichetta elettronica per registrare ogni svuotamento dei bidoncini ed avere un controllo capillare del servizio. Durante la consegna è stata associata ogni utenza al singolo contenitore. Ad ogni famiglia è stato consegnato un kit composto da quattro contenitori per materiali riciclabili e residuo non differenziabile. I coperchi colorati dei bidoncini rispettano per la prima volta le nuove norme per uniformare a livello nazionale i sistemi di raccolta differenziata: giallo per plastica e metalli blu per la carta, marrone per l’organico e grigio per gli scarti indifferenziati non riciclabili. Il vetro continuerà ad essere raccolto con le campane verdi che risulta essere ancora, a livello nazionale, il sistema più efficiente ed economico. Il nuovo calendario per il quartiere Axa è quello semplificato previsto del nuovo modello che nella sua prima applicazione al quartiere ebraico di Roma ha fatto registrare l’86% di raccolta differenziata. I contenitori vengono messi fuori dalla porta di casa tre volte a settimana, martedì, giovedì e sabato, in un’unica fascia oraria, dalle 19:00 alle 21:00. Nelle ore notturne si effettuano i giri di raccolta. E intanto, un nuovo atto vandalico ai danni dell’Ama è stato denunciato dalla sindaca Virginia Raggi. Sono state smontate le marmitte e svuotati i serbatoi di 20 dei 27 camion nella sede di via Ettore Garbici, mezzi che erano pronti a partire per la raccolta dei rifiuti nel VII Municipio. Da novembre ad oggi, ha dichiarato la prima cittadina, sono stati oltre 270 i contenitori stradali bruciati, tra cassonetti e campane, con punte di circa 100 nei municipi X e VII.