Cristofari interviene sulle nomine Asl e rassicura sui Pronto Soccorsi

“In seguito alle polemiche che hanno sollevato le recenti nomine Asl, confermo il mio impegno teso a consentire la nomina dei Primari temporanei in base al merito e non a procedure di tipo amministrativo, in quanto professionista e Presidente dell’Ordine Provinciale dei Medici dedito tutti i giorni a garantire la salute dei cittadini. Gli incarichi primariali temporanei non possono, né devono essere conferiti attraverso avvicendamenti incuranti degli Ordini e dei ruoli. Il fatto comporta una evidente difficoltà di gestione dei reparti e inevitabilmente una disarticolazione del sistema sanitario che si stava indirizzando verso un percorso certamente positivo. Invito quindi la Regione Lazio a correggere il tiro, al pari di quanto si sta facendo per i precari (per i quali sono in corso modifiche del Decreto di stabilizzazione sulla spinta dell’intervento degli Ordini Provinciali dei Medici della Regione Lazio), poiché reputo inammissibile la rotazione assurda alla quale i Primari andrebbero incontro in assenza di una deroga specifica. Fermo restando il mio impegno al fianco dei cittadini e a tutela della salute pubblica, non vorrei che le vicende correlate alla Asl mi impedissero di impegnarmi per la città di Frosinone. Sono infatti di ieri le centinaia di telefonate che il sottoscritto ha ricevuto da parte di organizzazioni sindacali e colleghi medici che mi hanno esortato alla mobilitazione, e che oggi mi spronano a rivolgere questo appello alla Regione Lazio. Colgo peraltro l’occasione, per rassicurare la cittadinanza in merito alla funzionalità dei servizi di emergenza-urgenza, troppo spesso ultimamente, oggetto di attenzione da parte di esponenti del Centrodestra provinciale, che menzionando dati confusi e fantasiosi creano allarmismo e impediscono ai cittadini di rivolgersi sereni ai Pronto Soccorsi della provincia”.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI