Il presidente Zingaretti sarà i primi giorni di maggio ad Anagni

Nicola Zingaretti

Il presidente Nicola Zingaretti sarà ad Anagni nei primi giorni di maggio per illustrare il progetto del Centro di sorveglianza  sanitaria ed epidemiologica che si vuole realizzare all’interno del presidio ospedaliero, curato dall’assessore all’Ambiente Mauro Buschini che lo porterà in Giunta regionale la prossima settimana con un investimento di oltre un milione di euro. Ad Anagni, Zingaretti comunicherà anche i tempi dell’attivazione dei nuovi servizi per potenziare la struttura.

E’ l’impegno preso questa mattina dallo stesso Governatore del Lazio che ha incontrato i sindaci di Anagni (Fausto Bassetta), Piglio (Mario Felli), Acuto (Augusto Agostini) e Trevi nel Lazio (Silvio Grazioli) e l’assessore Antonietta Damizia (delegata dal sindaco di Serrone, Natale Nucheli), anche in rappresentanza dei Comuni di Paliano, Sgurgola e Filettino.

Il sindaco di Anagni, Fausto Bassetta, ha illustrato a Zingaretti le esigenze del territorio in tema di sanità e le potenzialità del presidio ospedaliero, ricordando anche che tutti i Consigli comunali dei centri dell’Area Nord della provincia afferenti al presidio di Anagni hanno deliberato un’istanza di riconoscimento dello stato di emergenza socio-economico e sanitaria del territorio con la conseguente riattivazione dei servizi sanitari nell’ospedale di Anagni.

Alla presenza del commissario straordinario della Asl di Frosinone, Luigi Macchitella, e di Alessio D’Amato della Cabina di regia regionale della sanità, è stato confermato che il pronto soccorso del presidio ospedaliero di Anagni è stato inserito nell’area di emergenza che include anche le strutture di Frosinone e Alatri. Ed ancora: è stata già deliberata l’istituzione di venti posti letto per la degenza infermieristica e la riattivazione delle sale operatorie con una èquipe che distribuirà gli interventi tra Frosinone, Anagni e Alatri. Si è parlato anche della ristrutturazione del reparto di Radiologia, con messa in sicurezza e muove apparecchiature e dell’entrata in funzione del mammografo digitale per lo screening dei tumori femminili.

Durante l’incontro alla Regione Lazio è stato ribadito più volte che il presidio ospedaliero di Anagni, dove in questi giorni sono stati trasferiti tutti gli ambulatori dell’ex Inam, avrà il rilancio che i Sindaci da tempo chiedono. E sarà Zingaretti, a breve, ad illustrare ad Anagni quanto previsto per il presidio ospedaliero di via Onorato Capo.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI