Regione – Sanità, inizia oggi l’iter della legge quadro proposta dal M5S

“Condivisione delle agende di tutte le strutture sanitarie, pubbliche e private accreditate, con il Cup e la Regione Lazio per porre fine ai favoritismi clientelari nell’assegnazione degli appuntamenti per esami o visite mediche; stretta sull’intramoenia e più investimenti sulla sanità pubblica con aumento di personale, macchinari, orari e giorni di disponibilità. E ancora: sistemi di monitoraggio sui risultati dell’abbattimento dei tempi d’attesa con verifica dell’operato del direttore generale dell’Asl, pena la rimozione dal ruolo; revisione delle priorità di erogazione delle prestazioni, con tempi certi, e sanzioni per le strutture che non contribuiscono a rispettarli”. Sono alcune delle principali misure previste nella proposta di legge dei consiglieri regionali M5S del Lazio per l’abbattimento delle liste d’attesa all’esame oggi in Commissione Sanità. “Oggi questo testo inizia il suo iter in sede istituzionale dopo un percorso di condivisione e partecipazione, durato mesi, portato avanti con esperti e professionisti del settore. Si tratta di una legge quadro – spiega il consigliere 5stelle Davide Barillari, primo firmatario del provvedimento –  che integra e supera ciò che Zingaretti non ha avuto il coraggio di fare in molti anni, sia nell’elaborazione del ‘Piano regionale per il governo delle liste di attesa 2017-2018’ e sia per i tanti decreti commissariali emanati dall’alto, che non hanno portato i risultati sperati. Non è tollerabile che in un Paese civile un cittadino debba aspettare fino a dieci mesi per un esame o una visita medica. E’ ora di risolvere una volta per tutte questo disservizio, assieme al malcostume che lo genera e che, di fatto, nega il diritto alla salute agli abitanti del Lazio”. “Tra le altre misure previste, riforma di Cup e Recup, anche attraverso la reinternalizzazione dei servizi; avvio della sperimentazione per la prenotazione diretta da parte del medico di base; più integrazione fra ospedale e strutture territoriali con responsabilizzazione di care manager per la gestione dei pazienti cronici; teleconsulto, telemedicina e altri strumenti di sanità digitale per facilitare le prenotazioni e il lavoro del medico di base”, conclude Barillari.

Dario Facci on BloggerDario Facci on FacebookDario Facci on Youtube
Dario Facci
Direttore at Pertè Online
Dario Facci è un giornalista e un fotografo, ha iniziato nella rivista mensile “Lo Stato delle Cose” e ha lavorato presso RTM RadioTeleMagia, RTM Televisione, TVN Televisione, Lazio Tv. Ha diretto Ciociaria Oggi, l’edizione frusinate de L’Opinione, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Perté Magazine, Il Regionale, La Provincia Quotidiano.

E’ attualmente direttore di Perté Week, Perté Online e Radio Pertè. Ha collaborato con L’Unità, La Repubblica, Sinistra Europea, Qui Magazine, To Be, Ciociaria Turismo. Sue fotografie sono state pubblicate su Ciociaria Oggi, La Repubblica, L’Unità, iI Tempo, La Gazzetta del Mezzogiorno, Novi Listi Glas Istri (Croazia), Primer Acto (Spagna), Village Voice (Stati uniti d’America), La Maga (Cile), To Be, Qui Magazine, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Pertè Magazine, Perté Week