Serrone. Calendario natalizio ricco di eventi

Due eventi sono stati organizzati dall’Associazione Culturale “ Rocca D’oro” di Serrone, per il “Natale a Serrone”, dove oltre al Presepe a Grandezza Naturale, sempre aperto, a cura dell’Ass. culturale Serrone,  ci saranno le cantine  aperte per degustazioni di prodotti locali, il Presepe Vivente e un mese di  belle iniziative.

Tutto, però,  inizia Il 7 dicembre con l’inaugurazione di  una  singolare “ Mostra di stampe antiche di Ciociaria”, dove sono illustrati i luoghi e paesi più significativi della Ciociaria quali: Casamari, Anagni, Ceprano,Alatri, Montecassino, Arpino, Cascata del Fibreno, Certosa di Trisulti, Paliano, Aquino,  Carnello e una cartina del 700 di tutta la Ciociaria,   che il collega Giancarlo Flavi, ha ritrovato nella sua biblioteca personale e che saranno esposte presso l’atrio del Centro Anziani di Serrone, Via Roma 3,  dal 7 Dicembre, giorno in cui sarà inaugurata dal sindaco e dagli amministratori locali per restare fino al 6 Gennaio 2019. Sono antiche stampe di Achille Bertarelli di Milano, elaborate dalla casa editrice “ Torchio de’ Ricci di Pavia, che fece stampare l’EPT, una trentina  di anni fa.

Poi il 19 di dicembre, in occasione dei venti anni di cittadinanza onoraria conferita al Cardinale Darìo Castrillon  Hoyos,  ( già prefetto della Congregazione per il Clero e presidente Ecclesia Dei) sarà presentato il Libro di Giancarlo FlaviIl Cardinale”, che racconta questi  bellissimi 20 anni di cittadinanza onoraria e quanto è accaduto in Serrone. Poi Sua Eminenza il 18 Maggio di quest’anno è venuto a mancare, perché richiamato dal Padre.

L’associazione Culturale “Rocca D’oro”, il 22 febbraio scorso ha avuto il piacere di festeggiare i 20 anni di cardinalato di Sua Eminenza, che venendo a Serrone ha celebrare la Santa Messa ha portato con se anche un altro cardinale Javier Lozano Barràgan ( già prefetto per la salute)  che insieme hanno concelebrato. Un fatto importante e forse irripetibile. Due cardinali insieme a Serrone. . Poi sua Eminenza Castrillon è deceduto nel maggio scorso ( 18)  ed ha lasciato alla Parrocchia San Pietro un Crocefisso del  500 e l’altare personale che aveva in casa, più i paramenti e altri cimeli, per i quali è stato realizzato dal parroco Don Primo Martinuzzi, grazie all’attiva partecipazione del Flavi,per realizzare  un museo esposto  nella chiesa di San Pietro.

Nel libro “ Il Cardinale”  si racconta queste cose, e soprattutto i venti anni vissuti con lui, perché in paese ha portato tantissima umiltà, tanto da proclamarsi  vice parroco.  Il cardinale è stato in paese  decine di volte, per impartire Cresime, Battesimi e Comunioni, è venuto ad inaugurare il Presepe a Grandezza Naturale, insomma, in questi venni anni ha partecipato attivamente alla vita del paese.

Poi Flavi, profittando di questo scritto, ha allargato il discorso anche ad altri personaggi  che hanno vissuto tutto il territorio ed ha parlato dei sacerdoti, dei Sindaci e dei personaggi che hanno  dato lustro al paese e delle belle altre iniziative che si sono svolte insieme al cardinale e dei Premi “Rocca D’Oro”, giunto alla 30 edizione nel  2019 per cui ci sarà un gemellaggio  culturale con l’America.

Il Libro  “ IL CARDINALE” sarà presentato il 19 ( mercoledì ) dicembre presso l’aula consiliare, con la partecipazione del sindaco Giancarlo Proietto, dei Giornalisti Fabio Morabito e  Gen. Carlo Felice Corsetti e lo stesso autore

CONDIVIDI