Valle del Sacco. La deputata Muroni sollecita la bonifica

L’incontro del 25 gennaio scorso di Santa Maria Fiume d Ceccano produce suoi primi effetti. Un dramma ambientale è un dramma sociale e civile: trascinato già per troppo tempo quello del SIN Valle del Sacco lo è in tutto e per tutto. Fare presto e bene nelle sedi competenti. Questo il messaggio che sembra averci lasciato il 25 gennaio. UNOeTRE.it che promosse l’iniziativa ha voluto incontrare la Deputata Rossella Muroni, prima firmataria della mozione presentata il 5 dicembre scorso in Parlamento. Ieri 4 gennaio 2019 a Roma, in Piazza del Parlamento presso il gruppo parlamentare di LeU, a cui aderisce l’On. Rossella Muroni si è svolto l’incontro richiesto dal UNOeTRE.it per definire meglio le azioni da attivare.

Rossella Muroni ha ricevuto una ristretta delegazione della Redazione del giornale con Ignazio Mazzoli, Maria Giulia Cretaro, Angelino Loffredi e Valentino Bettinelli. All’incontro hanno partecipato anche la professoressa de La Sapienza Margherita Eufemi, Marco Maddalena (Segretario Regionale Sinistra Italiana) e Maurizio Proietto già Sindaco di Serrone.

La deputata Rossella Muroni, prima firmataria della mozione che sollecita la bonifica e salvaguardia del SIN, ha dichiarato il suo impegno nel sollecito della discussione in aula della Mozione cercando di riuscire ad ottenerla per il mese di marzo ’19, si è resa disponibile a confrontarsi e a coordinarsi e con i 19 sindaci del SIN, oltreché l’impegno immediato a mettersi in contatto con le aziende del territorio. A questo si aggiunge, la volontà di intervenire verso la Regione Lazio confrontandosi direttamente con il Presidente Nicola Zingaretti. Sarà infatti fondamentale, portare avanti un lavoro sinergico tra istituzioni, associazioni, industrie e cittadini, intercettando nuove tecnologie produttive e di smaltimento.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI