Conto alla rovescia per Gallinarock 2019

Il countdown è agli sgoccioli, manca sempre meno al GallinaRock 2019. Dal prossimo 7 agosto tre imperdibili serate al Parco San Leonardo di Gallinaro, nel cuore della Val di Comino. Un’edizione davvero unica sotto molti punti di vista. Ad iniziare dai circa 100 musicisti che prenderanno parte all’evento, di cui 20 band in gara nel contest, poi gli ospiti, i big, i 12 artisti dell’area creativa. Poi la felice scelta di un GallinaRock, tra i primi eventi in Italia, Climate Positive. Riducendo drasticamente il proprio impatto ambientale, nella direzione di un evento plastic free. Al via il 7 di agosto con le band in gara Am Bros One da Avellino, Delio Lambiase da Salerno, Ecpfs da Foggia, Farmeo da Cassino, Granato da Roma, Lift dall’Umbria e Toscana, Pocaroba da Gennazzano, Romina da Milano-Roma-Napoli. A loro seguirà Marco De Vincentiis, finalista del programma The Voices of Italy, anche lui tra coloro a cui il festival nel passato ha portato fortuna, che lascerà il testimone al concerto di un’autentica leggenda della musica italiana: Nada. L’autrice del successone “Ma che freddo fa” farà tappa a Gallinaro con il tour “E’ un momento difficile, tesoro”. L’8 agosto interamente dedicato alle band del contest, in gara Arance Nere da Scauri, A Rebours da Foggia, DeViolist da Cassino, PasKuale IanNone da Salerno, Lùcafall da Rimini, Me.Go da Roma, il campano Luca Ruzza, Mistress’ Leaf da Roma, Occulta Sententia da Cassino, Sinedie da Roma, Squarcio dalla nostra Provincia, The Rave da Roma. Il 9 agosto, il gran finale con i Modena City Ramblers. La band emiliana che quest’anno ha prodotto l’omaggio al ventennale dello storico album acustico “Raccolti”. Tre giorni intensissimi dunque, che collocano il palco di GallinaRock tra i contest d’Italia indipendenti più importanti d’Italia. Un Festival impegnato anche nel sociale, con la mission di dar voce ai giovani, da protagonisti. L’evento che ogni anno si dà un “tema”, per questa edizione ha scelto “gli invisibili”, quelli che forse più di altri hanno proprio bisogno di voce. Un Festival che possiede un’anima, come sottolineano gli organizzatori, con a capo Luigi Vacana, fondatore e presidente del GallinaRock. Cornice d’eccezione dei live musicali sarà infatti il GallinArtRock, con la regia di Fausta Dumano ed il suggestivo paesaggio naturale del Parco San Leonardo. Si potrà assistere a mostre, estemporanee performance e per la prima volta anche laboratori creativi, con Luca Antonelli, Mauro De Simone Rea, Giuseppina Diamanti, Francesca Eva Fardelli, Fabiana Fioretti, Fdncoolab, Paolo Fiorini, Rocco Lancia, Giulia Loreti, Isabella Minù, Valeria Selvini, Juanni Wang. Conclusione delle serate affidate a Dj Set, come Fabrizio Forletta, che faranno ballare fino a tarda notte. Presenterà le serate, tutte ad ingresso gratuito, l’affascinante Lucia Campoli.

Dario Facci on BloggerDario Facci on FacebookDario Facci on Youtube
Dario Facci
Direttore at Pertè Online
Dario Facci è un giornalista e un fotografo, ha iniziato nella rivista mensile “Lo Stato delle Cose” e ha lavorato presso RTM RadioTeleMagia, RTM Televisione, TVN Televisione, Lazio Tv. Ha diretto Ciociaria Oggi, l’edizione frusinate de L’Opinione, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Perté Magazine, Il Regionale, La Provincia Quotidiano.

E’ attualmente direttore di Perté Week, Perté Online e Radio Pertè. Ha collaborato con L’Unità, La Repubblica, Sinistra Europea, Qui Magazine, To Be, Ciociaria Turismo. Sue fotografie sono state pubblicate su Ciociaria Oggi, La Repubblica, L’Unità, iI Tempo, La Gazzetta del Mezzogiorno, Novi Listi Glas Istri (Croazia), Primer Acto (Spagna), Village Voice (Stati uniti d’America), La Maga (Cile), To Be, Qui Magazine, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Pertè Magazine, Perté Week
CONDIVIDI