FROSINONE, CONCORSO SU “LA DONNA COME ESSENZA DELLA SCRITTURA”

La scuola deve rappresentare il luogo della trasmissione del sapere: l’apprendimento, però, non deve essere limitato alla sola esperienza cognitiva, ma deve spaziare nella sfera delle emozioni e dei sentimenti. A questi principi si ispira il concorso “La donna come essenza della scrittura” che, in prossimità della festa della donna, vedrà nuovamente protagonisti gli studenti delle Scuole Secondarie di Primo grado del Capoluogo. <Sono molto soddisfatta – ha dichiarato l’assessore alla Pubblica Istruzione Ombretta Ceccarelli – visto il gran numero di alunni che hanno partecipato a questa seconda edizione del concorso, dedicato a un pubblico amministratore scomparso 8 mesi fa, Gennarino Scaccia, dalle grandi doti morali e umane. Sono  quattro le sezioni nelle quali i ragazzi hanno fatto valere la loro creatività: poesia, lettera, composizione scritta e disegno. La commissione che ha valutato i lavori ha avuto un compito difficile, vista la quantità e, soprattutto, la qualità degli elaborati pervenuti, ma con grande obiettività ha selezionato quelli più significativi e creativi>. Il 3 marzo, dalle 10  alle 12 presso la sala consiliare di Frosinone, saranno premiati i vincitori del concorso, ai quali verranno consegnati attestati di merito e libri. Saranno presenti il sindaco Nicola Ottaviani, il Prefetto  Emilia Zarrilli, il vicequestore Cristina Rapetti, il dottor Piero Cesari, il presidente dell’Auser Mario Ceccarelli e rappresentanti di altre associazioni. Parteciperà anche Vanessa Villani, la giovane di Ferentino brutalmente aggredita dal marito due anni fa.

CONDIVIDI