Regione: Manutenzione straordinaria e messa a norma del Teatro comunale di Fiuggi, via libera all’Odg di Ciacciarelli

“E’ stato approvato all’unanimità dal Consiglio Regionale il mio ordine del giorno che impegna la Giunta Zingaretti a effettuare interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, nonché la messa a norma del Teatro comunale di Fiuggi”.

Lo rende noto il presidente della Quinta Commissione regionale Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo, il consigliere di Forza Italia Pasquale Ciacciarelli, che spiega così la sua iniziativa: “Il Comune di Fiuggi è proprietario del Teatro sito in piazza Trento e Trieste, adibito a sede teatrale per lo svolgimento di spettacoli dal vivo. La Regione intende provvedere al completamento e all’integrazione del Piano di interventi per lo sviluppo delle strutture culturali nel Lazio, già approvato con Dgr 111/2010, attraverso un avviso pubblico finalizzato all’acquisizione di proposte per il recupero, restauro, completamento e messa a norma dei teatri comunali. Con determinazione G 07597 del 5/07/2016 emessa dalla Direzione regionale Cultura e Politiche Giovanili, è stato approvato l’avviso pubblico per l’acquisizione delle proposte d’intervento, a completamento e integrazione di quanto previsto dalla citata Dgr 111/2010, insieme alla modulistica allegata per la presentazione della domanda di finanziamento”.

Ciacciarelli conclude ricordando che “l’Amministrazione comunale di Fiuggi ha deciso di procedere alla realizzazione degli interventi di manutenzione e messa a norma dell’edificio. Il Teatro municipale, infatti, è un importante riferimento storico nell’ambito delle manifestazioni sceniche, culturali e canore. Pertanto necessita di lavori strutturali per il suo completo recupero e valorizzazione. Il mio ordine del giorno è stato sottoscritto anche dalla consigliera Sara Battisti”.

“Ripristinare il Teatro di Fiuggi – aggiunge la consigliera regionale del Pd – oltre che per evitare il ripetersi di altri scempi come quello compiuto da vandali che hanno divelto il pavimento antistante l’edificio, può dare ricadute positive non solo a livello socio-culturale, ma soprattutto turistico ed economico, dato il conseguente aumento dell’offerta di spettacoli, congressi, eventi e manifestazioni che può ospitare un teatro ristrutturato e pienamente efficiente. Abbiamo condiviso in modo trasversale questo ordine del giorno poiché riteniamo che la cultura debba aiutare a superare le divisioni politiche, soprattutto se ci si impegna per la tutela e la fruibilità di luoghi storici dei nostri territori”.