Frosinone. Al teatro Nestor un omaggio a Modugno

Gennaro Cannavacciuolo, Volare, Omaggio a Domenico Modugno. Teatro Dei Comici 16/01/2010. Foto realizzate da Carlo De Gori

La stagione teatrale di prosa al teatro comunale Nestor proseguirà, venerdì 6 aprile alle 21, con una serata interamente dedicata all’arte e alle emozioni suscitate dalla musica di Domenico Modugno, con lo spettacolo “Volare”, in sostituzione dell’evento inizialmente programmato dal titolo “Una fidanzata per papà”.

Organizzato, anche quest’anno, dall’amministrazione Ottaviani in collaborazione con l’Atcl e il supporto finanziario della Banca Popolare del Frusinate, partner indispensabile per la realizzazione dell’evento culturale, il cartellone del teatro comunale vedrà in scena, venerdì 6, “Volare – concerto a Domenico Modugno”, con Gennaro Cannavacciuolo e le musiche eseguite dal vivo dal trio Bugatti; regia di Marco Mete. Un tuffo nella storia di un personaggio simbolo della grande canzone italiana, scomparso ormai 24 anni fa. Il recital mostra, infatti, in una reinterpretazione personale, le varie strade musicali percorse da Domenico Modugno. Cannavacciuolo passa con disinvoltura dalle canzoni dialettali agli struggenti brani d’amore, passando per quelli malinconici e amari, alternandoli a suggestivi e intensi monologhi teatrali.

Lo spettacolo offre brillanti spunti, dove musica e parole si fondono armonicamente e i testi creano un’atmosfera poetica e carica di suggestioni.

Canzoni come “O cafè”, “La donna riccia”, “La cicoria” e “U’ pisci spada”, si alternano al dialogo tra madre e figlio tratto dalla commedia musicale “Tommaso d’Amalfi” di Eduardo de Filippo, eseguito con l’apporto della voce registrata di Pupella Maggio che volle dare il proprio contributo allo spettacolo. La seconda parte dello spettacolo è dedicata alle canzoni più celebri di Modugno, che Cannavacciuolo accompagna a passi di danza e di tip tap.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI