Aggressione Alatri, Ciacciarelli: “Occorre garantire più sicurezza”

Pasquale Ciacciarelli

“L’aggressione di Alatri rappresenta solo un pezzo dell’enorme puzzle di violenza, molto spesso gratuita, che sta interessando la nostra Penisola. Una violenza fisica, nel caso in esame, talvolta verbale, subdola, che evidenzia un forte disagio sociale”. A parlare è Pasquale Ciacciarelli, coordinatore provinciale di Forza Italia Frosinone. “Quanto accaduto – aggiunge – accende i riflettori, anche nella nostra Provincia, su un tema scottante, fortemente attuale, quello della sicurezza. Occorre maggiore vigilanza, supervisione da parte delle istituzioni, delle forze dell’ordine, una coesione, un lavoro di squadra che porti al monitoraggio costante del territorio. Il vero problema, però, è a monte, nel disagio che i nostri giovani vivono quotidianamente nella famiglia e nella scuola. L’apporto fornito dalla scuola deve essere educativo prima ancora che accademico, per cui è necessario che si formino insegnanti che siano in primis educatori. Pertanto esortiamo una cabina di regia a livello provinciale che parta dal provveditorato agli studi di Frosinone, che coinvolga tutti gli istituti scolastici, ma ancor di più un’azione proposta dall’Assessorato ai servizi sociali della provincia che metta in rete tutti i servizi sociali dei comuni della provincia di Frosinone, al fine di elaborare un protocollo comune da utilizzare con i giovani, al fine di educarli al rispetto reciproco, multirazziale, al rispetto delle istituzioni, impartendo, in tal modo, le regole necessarie per una civile convivenza. Anche Papa Francesco nella sua visita milanese, a San Siro, rivolgendosi ai bambini, ai ragazzi, dice, parlando di bullismo, ” per favore, fate una promessa, non fatelo e non permettete che qualcuno lo faccia nella vostra scuola.”

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI