Il consiglio comunale di Alatri invita tutti ad impegnarsi contro ogni forma di violenza

Il Consiglio Comunale di Alatri, in relazione ai tragici eventi dello scorso fine settimana, che hanno avuto come drammatico epilogo il brutale assassinio del giovane Emanuele Morganti;

Stigmatizza e condanna con forza la degenerazione e la cieca violenza che si sono manifestate in quei drammatici momenti;

Esprime, anche a nome della Città intera, il più profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia della giovane vittima, ai suoi parenti, ai suoi amici, a quanti lo conoscevano, stimavano ed amavano, nonché alla nostra comunità di Tecchiena, dove il giovane era cresciuto e viveva;

Esprime profonda preoccupazione per le forti tensioni che in queste ore pervadono la nostra città e per l’allarme sociale che questa tristissima vicenda ha generato;

Ritiene fondamentale un impegno diffuso e condiviso di tutto il tessuto sociale ed istituzionale della nostra Comunità, (dall’Amministrazione alle forze politiche, alle Forze dell’Ordine, alle Parrocchie, agli Istituti Scolastici, alle Associazione Culturali, sportive, etc, alle Associazioni Sindacali e di Categoria, alle famiglie, ai singoli, ai giovani) auspicando una risposta di tutta la società alle legittime istanze di giustizia innanzitutto, ma anche di legalità, sicurezza, serenità, rispetto, coesione sociale, in una parola di convivenza civile;

Invita tutti

ad impegnarsi sempre e comunque contro ogni forma di violenza e di indifferenza, a rifuggire da sentimenti di vendetta, confidando nella attività inquirente e giudiziaria, tuttora in corso, delle competenti autorità;

a porre in essere tutte quelle iniziative ritenute utili per il perseguimento di quel principio sacro relativo alla convivenza civile che costituisce il fondamento proprio di ogni comunità ed il fine delle attività civili, culturali e politico-amministrative

 

 

Cinzia Cerroni