A Frosinone e Cassino superlavoro per la Polizia. Denunciato un extracomunitario in possesso di un coltello

Giornata intensa quella di ieri per gli uomini della Polizia di Stato, delle Volanti e del Commissariato di Cassino. In mattinata, a Frosinone, i poliziotti sono intervenuti nella zona bassa della città dove era stato segnalato un minore che chiedeva l’elemosina. La Volante lo rintracciava immediatamente e, mentre erano in corso gli accertamenti di rito, venivano avvicinati da una donna ventenne di origine romena che asseriva essere la madre. La giovane, con a carico precedenti, veniva denunciata per il reato di impiego di minore nell’accattonaggio. Sempre nella mattinata di ieri la Squadra Volante ha denunciato un cittadino albanese di 28 anni per guida senza patente. All’uomo, in diverse circostanze, era stata contestata la violazione al Codice della Strada per mancanza di titolo idoneo, in quanto mai conseguito. Incurante delle  sanzioni,  il 28enne aveva proseguito con la sua condotta “irregolare”,  non ottemperando  nemmeno al relativo pagamento.  Gli agenti, per recidività nel biennio, hanno deferito il nativo della città di  Durazzo alla competente Autorità giudiziaria.  Nella notte, infine, i poliziotti hanno denunciato un cittadino italiano per evasione dagli arresti domiciliari. L’uomo, un 43enne, si era presentato verso le 3 della notte in Questura chiedendo di essere ricondotto in carcere perché non voleva più stare a casa per via delle continue liti con i suoi familiari. Gli agenti di Polizia provvedevano a informare il magistrato di turno che disponeva il ripristino degli arresti domiciliari.

A Cassino invece, nel pomeriggio di ieri, gli agenti delle Volanti impegnati a effettuare uno specifico servizio finalizzato al contrasto del cosiddetto fenomeno dei parcheggiatori abusivi, si recavano presso un centro commerciale dove notavano un extracomunitario che infastidiva soprattutto le clienti. Gli agenti si avvicinavano e, dopo avere identificato l’uomo, procedevano al controllo dello zainetto che portava sulle spalle. All’interno trovavano un coltello lungo 21 cm e denaro per oltre 100 euro. L’extracomunitario, un trentenne con precedenti e non in regola con il permesso di soggiorno, veniva accompagnato presso il Commissariato di Cassino e denunciato per porto abusivo di armi, nonché contravvenzionato per l’attività di parcheggiatore abusivo. Nei suoi confronti sono state avviate le procedure per il provvedimento di espulsione nazionale.