Fontechiari. Omicidio Fava, ultimo atto in Cassazione il 24 Maggio

Si terrà il prossimo 24 Maggio l’ultimo atto del processo a carico di Tonino Cianfarani, l’uomo accusato dell’omicidio di Samanta Fava.
Il 46enne di Sora, era stato condannato in primo grado dalla corte d’assise del Tribunale di Cassino a 25 anni, condanna poi confermata dalla corte d’appello di Roma.
E’ a quel punto che il suo avvocato Ezio Tatangelo si è rivolto ai giudici della Suprema corte di cassazione quale ultimo atto per avere una condanna meno severa.
Tutto si deciderà dunque il 24 Maggio quando ci sarà la sentenza definitiva in un processo che vede i familiari di Samanta Fava parte civile tramite gli avvocati Tania Rea, Eduardo Rotondi e Marco Bartolomucci.
La donna, 37enne di Sora, scomparve il 3 aprile del 2012 da Sora e il suo corpo fu ritrovato murato all’interno di una cantina di Fontechiari di proprietà dello stesso Tonino Cianfarani.

CONDIVIDI