PROVINCIA FLAGELLATA DAL MALTEMPO

Bombe d’acqua, ma anche raffiche di vento hanno interessato la provincia di Frosinone dal pomeriggio di ieri a tutta la notte. Molti i danni che si sono registrati. Parecchi gli alberi abbattuti che si sono riversati sulle carreggiate stradali, ma anche su tetti di abitazioni e auto. Pericolanti anche i tralicci elettrici, tanto da provocare black out in numerose zone. Il maltempo non ha risparmiato nessuna zona, dal cassinate, al sorano fino all’ata ciociaria sono stati molti i centri colpiti che hanno provocato un super lavoro per i vigili del fuoco, coadiuvati dalla protezione civile.  Nel capoluogo, ad essere interessato, anche lo stadio Matusa. Danneggiato il supporto per i banner pubblicitari abbattuto dalle raffiche di vento, finito tra la curva sud ed i distinti: rotti anche diversi seggiolini. In tutta la regione Lazio, fa sapere in una nota la regione, sono stati 44 in totale gli interventi della Protezione civile  regionale a causa del maltempo, che hanno riguardato soprattutto la rimozione di rami e alberi caduti a causa del forte vento. Sono state invece trentaquattro le squadre intervenute per un totale di oltre centodieci volontari occupati nelle operazioni di monitoraggio e intervento, in particolare sette nella zona di Frosinone. Questa mattina e per 24 ore è stata estesa un’allerta meteo con criticità codice giallo su tutto il territorio laziale, che durerà fino alle 14 di domani 1 marzo. Per ogni emergenza è infine possibile fare riferimento alla sala operativa permanente al numero 803.555

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI