Frosinone: Era ai domiciliari e nascondeva in casa marijuana, denunciato dalla Polizia

Nell’ambito dei controlli effettuati nelle abitazioni delle persone sottoposte agli arresti domiciliari, gli agenti della “Volante 1” hanno proceduto a una perquisizione nell’appartamento di un frusinate sottoposto agli arresti domiciliari. Infatti, dall’interno dell’alloggio proveniva un fortissimo odore di sostanza stupefacente, verosimilmente riconducibile all’odore emanato dalla cannabis.

Durante la perquisizione, pertanto, sono stati rinvenuti e sequestrati dai poliziotti 15,15 grammi di marijuana, che erano custoditi in un involucro di cellophane e abilmente nascosti tra gli indumenti riposti nell’armadio della camera dell’uomo.

A quel punto, gli uomini dell’Upgsp hanno accompagnato il frusinate negli uffici della Questura dove è stato sottoposto a foto-segnalazione, denunciato in stato di libertà e immediatamente riportato presso il domicilio dove risulta tuttora in regime degli arresti domiciliari. Ancora una volta, gli agenti della Questura di Frosinone hanno dimostrato notevole intuito investigativo anche di fronte alle scuse più disparate avanzate dall’arrestato per evitare la sanzione della sua condotta illegale.