Anagni: Operazione dell’Arma con un arresto, denunce, segnalazioni e fogli di via

I carabinieri della Compagnia di Anagni, nelle giornate di ieri e di oggi hanno effettuato un servizio di controllo del territorio che ha visto impiegati i militari delle Stazioni dipendenti e del Nucleo Operativo Radiomobile. Nel corso dell’operazione sono stati conseguiti i seguenti risultati: una persona arrestata, denunciate in stato di libertà altre cinque persone, due segnalate per uso di stupefacenti, due proposte per applicazione del foglio di via obbligatorio e cinque contravvenzioni elevate a carico di meretrici.

In particolare ad Anagni, i carabinieri della locale Stazione hanno deferito un 35enne frusinate per detenzione abusiva di armi e munizionamento. L’uomo era stato già censito per un analogo reato. In seguito  a una perquisizione domiciliare gli sono state rinvenute 41 cartucce di vario calibro detenute illegalmente e una pistola giocattolo alterata, priva di tappo rosso. Denunciato anche un 26enne bulgaro, residente in provincia di Roma, per guida sotto l’effetto di stupefacenti in quanto, durante un controllo alla circolazione, mentre alla guida della sua auto, veniva trovato in possesso di 1 grammo di cocaina e rifiutava anche di sottoporsi all’accertamento previsto. La vettura è stata sottoposta a sequestro amministrativo.

Ad Acuto, i militari della locale Stazione hanno denunciato un 78enne frusinate per guida in stato di ebbrezza, in quanto sulla Strada statale Prenestina molti automobilisti, notando l’uomo al volante della propria auto mentre zigzagava e invadeva la corsia opposta, allertavano la Centrale Operativa dei carabinieri di Anagni che inviava sul posto una pattuglia. I militari, dopo pochi minuti, fermavano e denunciavano a piede libero il 78enne per guida in stato di ebbrezza. L’auto è stata sottoposta a sequestro amministrativo.

A Serrone, i carabinieri della Stazione di Acuto hanno deferito in stato di libertà per minaccia aggravata un 57enne frusinate, già censito per porto abusivo di arma da fuoco e reati contro il patrimonio. L’uomo, nella tarda serata e per futili motivi, durante una lite brandendo un’ascia ha minacciato di morte una donna. Il 57enne, in evidente stato di alterazione, ha continuato a inveire contro la donna fino all’intervento dei militari, che lo hanno fermato disarmandolo, mentre l’ascia è stata sequestrata. Nel lo stesso contesto operativo, sono stati segnalati alla Prefettura due giovani bulgari per uso personale non terapeutico di stupefacenti, sorpresi in possesso di modiche quantità di cocaina, per complessivi 1,60 grammi, sottoposta a sequestro.

Inoltre sono state controllate numerose persone e nei confronti di due, già gravate da numerosi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio, che non erano in grado di giustificare la propria presenza nel territorio di giurisdizione della Compagnia, è stata avanzata la proposta per la misura di sicurezza del rimpatrio con foglio di via obbligatorio. Nella stessa circostanza, in ottemperanza alle ordinanze emesse dai Comuni di Ferentino e Morolo per contrastare il fenomeno della prostituzione in strada, sono state elevate nei confronti di cinque meretrici altrettante contravvenzioni dell’importo di 50 euro, mentre nei riguardi di tre automobilisti che si erano fermati in prossimità delle stesse, è stata contestata la violazione prevista dall’articolo 157 del Codice della Strada per intralcio alla circolazione.