Cassino: Furto di abiti pregiati, la Polizia “inchioda” una 44enne

In seguito a laboriose indagini, svolte in relazione al furto con destrezza in una nota attività commerciale della Città Martire, gli investigatori del Commissariato di Cassino hanno identificato e denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale cassinate, una 44enne già sottoposta agli arresti domiciliari.

A dare il via alle indagini il furto di alcuni capi di abbigliamento di pregio, messo in atto da due donne; mentre una delle due, accompagnata da una bambina, distraeva i titolari dell’attività, l’altra si occupava di scegliere con cura gli abiti migliori e di rubarli. Ha condotto gli investigatori sulle tracce della 44enne la capillare conoscenza del territorio da parte degli agenti che, visionate le immagini del sistema di videosorveglianza, non hanno avuto dubbi sulla identità della malfattrice. Invece, sono in corso accertamenti per individuare la complice.

Esito positivo anche per le indagini finalizzate a identificare la persona che nella serata di sabato era riuscita a sfuggire al controllo della pattuglia della Polizia di Stato che gli aveva intimato l’Alt. L’uomo, noto alle Forze dell’Ordine, si aggirava con fare sospetto in compagnia di un complice nella zona della stazione di Cassino.

Intercettati da personale del Commissariato però, i due si davano alla fuga, costringendo gli operatori di Polizia ad un rocambolesco inseguimento a piedi, tra i palazzi popolari di via Garigliano. Uno di loro veniva bloccato poco dopo, mentre il secondo, è stato identificato successivamente.

Infine, un 31enne e un 43enne, entrambi partenopei, con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale in concorso.