Piedimonte San Germano. Scoperto un vero e proprio market della droga

Un’abitazione utilizzata come un vero e proprio supermercato dello spaccio. I carabinieri di Piedimonte San Germano, i militari del NORM della Compagnia, in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Cassino hanno tratto in arresto  un 42enne  e denunciato  anche la moglie di  38 anni. La meticolosa attività di indagine  ha portato  a monitorare, per poi controllare, le persone che si recavano presso l’abitazione. Sono stati espletati alcuni servizi di O.C.P. (osservazione, controllo, pedinamento), attraverso i quali, oltre a constatare la loro presenza nell’immobile e nelle sue vicinanze, si rilevava un via vai di diverse persone, gran parte già note ai militari operanti quali abituali consumatori di sostanza stupefacente, le quali venivano fatte entrare per soli pochi minuti e  poi si allontanavano. Tale strategia consentiva di ottenere un riscontro inconfutabile in merito all’attività di spaccio condotta dai due, poiché nel corso dei vari servizi di O.C.P., oltre a monitorare l’arrivo dei vari clienti/assuntori, si riusciva anche a pedinare alcuni di essi allorquando si allontanavano dall’obiettivo monitorato, per poi sottoporli a controllo e perquisizione, sequestrando lo stupefacente appena acquistato. I vari episodi di spaccio, venivano ulteriormente confermati dalle dichiarazioni rilasciate dagli stessi acquirenti o da alcuni accompagnatori,  fatta eccezione per pochi di loro che, sebbene nell’immediatezza dei fatti confermavano l’acquisto, poi si rifiutavano di verbalizzare i fatti  per paura di ritorsioni. L’attività d’indagine permetteva di accertare la cessione di gr.2 circa di cocaina e gr.1 di eroina da parte dell’arrestato, mentre a carico della donna veniva accertato la cessione gr.1 circa di eroina. Segnalati, alla competente Prefettura, altri 4 soggetti quali assuntori di sostanze stupefacenti. L’uomo veniva associato alla Casa Circondariale di Cassino, come disposto dall’A.G.

 

Cinzia Cerroni