Cassino. Maltrattamenti in famiglia, allontanato 46enne

I Carabinieri di cassino,  hanno notificato ad un 46enne del posto, l’applicazione da parte del GIP del tribunale, della misura cautelare di allontanamento dalla casa familiare, con prescrizione di non farvi rientro se non specificatamente autorizzato dall’Autorità giudiziaria.

Il 46enne è ritenuto responsabile dei reati di estorsione e tentata estorsione, nonché di maltrattamenti in famiglia poiché, con più azioni esecutive, ha sottoposto in modo reiterato gli anziani genitori ed una sorella, a continue e costanti minacce, a volte anche di morte, attraverso violenze verbali e psicologiche, al fine di costringerli a elargirgli continue somme di denaro che usava per l’acquisto di sostanze stupefacenti.

Il tutto è partito dalla denuncia presentata dai genitori che, dopo un ennesimo maltrattamento, si erano rivolti ai Carabinieri per riferire che da diversi anni avevano subito innumerevoli condotte vessatorie e prevaricatorie dal figlio.

I Carabinieri avevano riferito all’A.G. che con l’odierno provvedimento ha disposto l’allontanamento dalla casa familiare del figlio.