S. Elia Fiumerapido: Era ai “domiciliari” in comunità terapeutica, 41enne finisce in carcere

Nel tardo pomeriggio di ieri a Sant’Elia Fiumerapido  i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 41enne della Provincia di Frosinone, già in regime di “domiciliari” presso una struttura terapeutica della zona in quanto censito per maltrattamenti in famiglia, rissa, stupefacenti, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, furto, in esecuzione dell’ordinanza emessa dalla Prima Corte di Assise di Appello di Roma, con la quale gli è stata sostituita la misura cautelare degli arresti domiciliari in comunità con quella della custodia in carcere, poichè resosi responsabile nel settembre 2014, nel Frusinate, del reato di omicidio nei confronti della moglie.

Il provvedimento nasce dalle numerose violazioni commesse dall’uomo verso il regolamento della struttura. E’ stata infatti accertata a suo carico la commissione di svariati furti all’interno della comunità, nonché l’uso di hashish e l’assunzione di un atteggiamento ostile e poco propenso a collaborare al previsto piano terapeutico-riabilitativo. In particolare, la decisione del Giudice è scaturita dall’esito dei controlli sanitari effettuati a carico del 41enne, il quale non risulterebbe affetto da alcuna patologia.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino, dove si trova a disposizione dell’Autorità giudiziaria.