Operazione “Safety Car”, contro i furti e rapine di auto, moto e autocarri

La Polizia di Stato ha concluso  l’operazione  “Safety Car” che ha coinvolto tutto il territorio nazionale per contrastare il fenomeno dei furti e delle rapine in danno di auto, motoveicoli ed autocarri. L’operazione ,  coordinata dal Servizio Controllo del Territorio della Direzione Centrale Anticrimine, si è sviluppata in tre giornate consecutive ed ha   visto il concorso di tutte le 103 Questure ed il supporto dei nuclei dei Reparti Prevenzione Crimine, nonchè del personale della Polizia Stradale e di quello della Polizia di Frontiera negli ambiti di specifica competenza, con l’impiego di complessivi 2.012 equipaggi giornalieri pari a 4.500 dipendenti.  Anche la Questura di Frosinone, nei giorni scorsi, ha dato avvio all’operazione, così da contrastare furti e rapine in danno di auto, moto e autocarri. In tutta la provincia sono stati impiegati 180 Agenti tra poliziotti delle Volanti, dei Commissariati, della Polizia Ferroviaria, della Polizia Stradale, della Squadra Mobile e del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo che hanno utilizzato a bordo delle pattuglie sofisticate apparecchiature informatiche per il controllo su strada di veicoli e persone, come il sistema “Mercurio” che consente, tra le altre cose, la lettura automatizzata delle targhe ed il confronto con la banca dati delle auto rubate. I risultati sono stati di 3413 automezzi controllati ( di cui 2729 con modalità automatiche), 294 motoveicoli, 63 autocarri, 1368 persone e 4 autodemolizioni.

 

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI