Ferentino. Il sindaco Pompeo riassegna le deleghe e tiene per sé quelle di lavori pubblici e urbanistica

L’iter del project financing è  chiaro e trasparente.  IL sindaco Antonio Pompeo è stato chiaro in conferenza stampa, è stata anche avviata   dal segretario generale  una verifica interna.  A fini cautelativi la procedura è stata inoltrata anche all’Anac, ente anticorruzione, e  non è  risultata ‘viziata’ in nessun modo.

Ha voluto veicolare un messaggio di trasparenza:” Ferentino non è la città della camorra e se c’è qualcuno che si è discostato da quello che è un valore assoluto non si può certo generalizzare e ne pagherà personalmente le conseguenze”.

“Siamo stati sempre abituati a fare sacrifici e ad avere riscontri importanti – ha dichiarato il primo cittadino-  sono qui per metterci la faccia, ad  andare avanti e a non abbandonare la barca. Ferentino che è la mia casa, non merita di avere un’immagine distorta. È una città di cultura e storia millenaria’. Oggi è stata anche occasione per rivedere la giunta. Andrea Valenti Martinez, assessore allo sport e personale,  in totale autonomia ha rassegnato le dimissioni.

LA NUOVA GIUNTA

Luigi Vittori riconfermato vicesindaco con delega ai servizi sociali e politiche giovanili; Massimo Gargani con delega al personale, affari generali, traffico e viabilità; Di Marco Evelina delega agricoltura, ambiente e pubblica istruzione; Angelica Schietroma delega attività produttive, turismo e cultura; entra in giunta Franco Martini al bilancio, tributi, sanità e patrimonio. Il sindaco mantiene nelle sue mani le deleghe ritenute ‘sensibili quella ai lavori pubblici e urbanistica. ” Non è né una bocciatura ne una diminutio per nessuno” ha vuto precisare – Pompeo-

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI