Alatri: Controlli della Compagnia carabinieri sul territorio, due denunce e un sequestro di cocaina

Continuano senza soste i servizi preventivi svolti dalla Compagnia carabinieri di Alatri, nella sfera giurisdizionale di competenza, disposti dal Comando provinciale e volti a contrastare sia la commissione dei reati in genere, sia a garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini.

L’attività preventiva, svolta nella giornata di ieri ha permesso al personale impiegato di conseguire importanti risultati. A Guarcino, i militari della locale Stazione, al termine di una specifica attività info-investigativa intrapresa dopo la denuncia sporta nel mese di ottobre da un 24enne di Alatri, hanno  denunciato a piede libero alla competente Autorità gudiziaria un 41enne della provincia di Torino, già censito per analoghi precedenti penali, in quanto responsabile del reato di truffa aggravata. I carabinieri infatti, nel corso dell’indagine, hanno accertato che l’uomo con vari artifici e raggiri era riuscito a farsi accreditare la somma di 380 euro sulla propria carta Postepay per l’acquisto on-line di uno strumento musicale, di fatto mai consegnato al giovane di Alatri.

A Vico nel Lazio, invece, i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Alatri hanno deferito a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone una 36enne romana, attualmente domiciliata nel Comune ernico e con precedenti penali per reati connessi alla detenzione di stupefacenti, in quanto responsabile di guida sotto l’effetto dell’alcol. La donna, sottoposta al controllo etilometrico dopo che con la propria auto aveva invaso l’altra corsia di marcia, è risultata con un tasso superiore a quello consentito dalla legge per un valore di 1,31 grammi per litro. Nel medesimo contesto operativo, alla 36enne è stato ritirato il documento di guida, mentre la vettura è stata sottoposta al vincolo del fermo amministrativo.

A Veroli, infine, i militari del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Alatri, nel corso di uno specifico servizio per il controllo del territorio, hanno bloccato e controllato un’auto che, poco prima, non si era fermata all’alt impostogli dai carabinieri. A bordo della vettura c’erano un 26enne di Monte San Giovanni Campano, già censito per reati riguardanti gli stupefacenti, per invasione di terreni e danneggiamento, e un 39enne di Castelliri, anche egli con precedenti penali per reati connessi alle armi, per furto, falso e guida in stato di ebbrezza. Durante il controllo e la successiva perquisizione della vettura e personale il 39enne, in qualità di passeggero e proprietario dell’auto, è stato trovato in possesso di 0,3 grammi di cocaina. Pertanto, è stato segnalato alla Prefettura di Frosinone  per detenzione illecita di stupefacenti per uso personale non terapeutico. Mentre il 26enne, conducente del mezzo, è stato sanzionato amministrativamente per non essersi fermato all’alt impostogli dai militari. Il quantitativo di droga rinvenuta è stato sottoposto a sequestro.