Alatri: “Minaccia per la sicurezza pubblica”, romeno 31enne rimpatriato dai carabinieri

Ieri mattina ad Alatri, al termine di un’articolata attività info-investigativa, i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia cittadina, coadiuvati dal personale della locale Stazione hanno eseguito l’ordine di accompagnamento presso il Centro di Permanenza per il rimpatrio a Potenza, emesso dal Questore di Frosinone, di un romeno 31enne domiciliato in città e già censito per furto, ricettazione, porto abusivo di armi, violazione della legge sugli stupefacenti.

Il provvedimento è stato adottato in esecuzione del Decreto di allontanamento dal territorio nazionale emesso a carico del romeno lo scorso 9 marzo dal Prefetto di Frosinone, che aveva aderito alle richieste avanzate dai militari. Infatti il 31enne, pur essendo cittadino europeo, durante il soggiorno in Italia non ha rispettato le prescrizioni di volta in volta disposte nei suoi confronti dalle Autorità.

Questa sua condotta illecita, reiterata e ostentata, ha rappresentato una concreta, effettiva e grave minaccia alla sicurezza pubblica, tanto da rendere necessario l’allontanamento dell’uomo dal territorio nazionale.

In particolare il romeno, lo scorso gennaio aveva commesso alcuni furti in vari Istituti scolastici di Alatri, tanto da essere arrestato in flagranza dai militari e condannato alla pena di 8 mesi di reclusione. Nel corso di tale misura cautelare, precisamente nello scorso mese di giugno, l’uomo è stato anche tratto in arresto per evasione.