Aprila. Sito industriale dismesso, la bonifica dell’area

Sono in via di completamento ad Aprilia, in Via Nettunense, le operazioni di messa in sicurezza di un sito industriale dismesso dove sono stoccati rifiuti pericolosi. Qui nel 2013 la Guardia di Finanza, a seguito di un’indagine della Guardia di Finanza, individuò centinaia di taniche e fusti con prodotti chimici e rifiuti speciali di varia natura. Peraltro, sul terreno in questione situato nei pressi della linea ferroviaria, nel 2015 si verificò un incendio che rese necessarie opportune verifiche da parte degli uffici competenti di Arpa Lazio. Le operazioni di messa in sicurezza sono state eseguite dall’Amministrazione Comunale a seguito della presa d’atto dell’inottemperanza dell’ordinanza emessa lo scorso 2 febbraio. La Polizia locale ha infatti verificato il permanere sul sito dei rifiuti pericolosi di cui si era già ordinato lo smaltimento, dando avvio alla denuncia penale a carico del responsabile dell’illecito e all’attivazione delle procedure per l’esecuzione d’ufficio dell’ordinanza. I primi ed indifferibili lavori di messa in sicurezza del sito, effettuati con una ditta specializzata in bonifiche ambientali e alla presenza continua del personale del Settore Ambiente del Comune di Aprilia, sono stati eseguiti con una procedura di “somma urgenza”, in considerazione della presenza di contenitori deteriorati contenenti sostanze pericolose. I composti più pericolosi e particolarmente nocivi quali acido cloridrico, acido solforico e cloruro di ferro, sono stati pertanto travasati in contenitori idonei. Per quanto attiene l’acido cloridico, circa 8.000 litri sono stati già inviati ad una ditta autorizzata allo smaltimento. Alle operazioni di smaltimento attualmente in corso, seguiranno analisi ed indagini su altri contenitori presenti sul sito al fine di individuare le modalità più opportune per la successiva bonifica definitiva del sito.

CONDIVIDI