Attività antidroga dell’Arma a Cassino e Sant’Elia, un arresto e una denuncia

Ieri a Cassino i carabinieri della locale Stazione, nell’ambito delle attività di prevenzione e repressione dei reati in materia di droga, hanno arrestato un 33enne del luogo già censito per reati in materia di stupefacenti ed estorsione, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emesso dalla Procura della Repubblica di Napoli, in quanto l’uomo deve scontare una pena detentiva di 4 anni, 6 mesi e 22 giorni di reclusione. La condanna era stata determinata dal provvedimento di cumulo per i reati di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e tentata estorsione, commessi nella provincia di Caserta negli anni 2010 e 2014. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale della Città Martire.

Invece a Sant’Elia Fiumerapido, durante un servizio di controllo del territorio, i carabinieri della locale Stazione hanno controllato una utilitaria con a bordo un 22enne del posto, già censito per reati riguardanti gli stupefacenti, il quale era in compagnia di un 19enne del Cassinate, anche egli già censito per gli stessi reati. I due giovani, in seguito a una perquisizione, sono stati trovati in possesso di circa mezzo grammo di hashish ciascuno. L’attività di polizia giudiziaria è stata estesa  dai militari anche presso l’abitazione del 22enne. Nel corso della perquisizione domiciliare sono stati trovati altri 30 grammi dello stesso stupefacente. Pertanto, il giovane è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Cassino per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre il 19enne è stato segnalato alla Prefettura di Frosinone quale assuntore. La droga rinvenuta è stata sequestrata.